Responsabilità civile dell'agente immobiliare, la polizza assicurativa

L'agente immobiliare deve stipulare una polizza assicurativa per responsabilità civile nei confronti del cliente. Quale scegliere.

Responsabilità civile dell'agente immobiliare, la polizza assicurativa
Data pubblicazione 2019-11-20

Quando si sceglie di acquistare casa o più semplicemente di affittarla, è bene rivolgersi ad un mediatore immobiliare, in gergo chiamato agente immobiliare. Prima di affidarsi completamente a tale figura, è bene verificare che questo possegga tutti i requisiti richiesti dalla legge per poter operare. Si tratta di una scelta da effettuare per evitare in futuro, situazioni di incompatibilità che non potrebbero garantire al cliente una buona scelta e la conseguente perdita di un'occasione immobiliare. Pertanto si richiede all'agente immobiliare o al mediatore, di avere obbligatoriamente una polizza assicurativa per la responsabilità civile professionale. Questa serve a tutelarsi da eventuali omissioni o errori che sono naturalmente connessi alle prestazioni eseguite dall'agente. Tale polizza assicurativa opera nel caso di danni che vengono arrecati a terzi, tutelandone il patrimonio dell'agente e del cliente che si espone anche a casi di negligenza nel comportamento. Se vi sono richieste di risarcimento quindi, l'agente potrà far valere la sua assicurazione.

Quali sono i doveri richiesti per chi svolge la professione di agente immobiliare

Prima di tutto, l'agente immobiliare per esercitare la sua professione deve possedere requisiti professionali e morali che vengono acquisiti dopo il sostenimento dell'esame. Quest'ultimo consente l'iscrizione nell'apposito registro che viene conservato dalla Camera di Commercio di riferimento. Il mediatore immobiliare tra le sue funzioni, mette le due parti in contatto, in modo che queste giungano a concludere il contratto di affitto o vendita. Per poter farlo al meglio, il professionista non dovrà avere alcun rapporto di collaborazione, rappresentanza o dipendenza, a garanzia dell'imparzialità che garantisca l'assenza del conflitto di interesse. Si tratta quindi, di un soggetto terzo rispetto agli interessati. Quali sono i suoi obblighi? La violazione di tali criteri su citati, può comportare la responsabilità civile verso i clienti che scelgono lui per concludere operazioni di vendita dell'immobile o di affitto. Uno dei suoi doveri quindi, è l'informazione. Egli infatti, dovrà informare le parti di eventuali circostanze che potrebbero pregiudicare la conclusione dell'affare. Dovrà farlo con l'ordinaria diligenza prevista da prassi. Inoltre dovrà accertare le fonti ma anche le notizie che gli giungono in relazione all'immobile che si vuole vendere. In sostanza, bisognerà agire sempre in base alla buona fede e alla correttezza. Se non vi è stata comunicazione di informazioni rilevanti circa le caratteristiche dell'immobile, egli dovrà risarcire le parti. potrà farlo avvalendosi della sua copertura assicurativa.

L'obbligatorietà della responsabilità civile

La legge numero 57 del 2001 ha stabilito per gli agenti immobiliari, una polizza di responsabilità civile professionale. Questa interviene nel risarcire i danni provati nell'esercizio della sua professione. La polizza assicurativa per responsabilità civile opera nel caso in cui il risarcimento dei danni intacchi il suo patrimonio personale. L'assicurazione quindi, risarcisce il terzo danneggiato direttamente, senza consentire esborsi da parte del mediatore. In tal caso il cliente leso è ristorato economicamente dal danno e l'agente non avrà versato nulla di tasca propria. Gli agenti che svolgono in continuità tale lavoro e operano nel regime di libero professionista, ma anche dipendenti e collaboratori, sono obbligati alla stipula della responsabilità civile. Lo studio immobiliare spesso, inserisce i suoi collaboratori nella polizza assicurativa.

Cosa copre la responsabilità civile per l'agente immobiliare?

Nello specifico vediamo quali sono i comportamenti che prevedono il risarcimento da responsabilità civile. Si tratta di comunicazioni inesatte relative all'immobile, discordanze circa il contratto e lo stato del bene, presentazione della documentazione utile mancata, oppure ritardi, inadempienze importanti dal punto di vista amministrativo. Si intendono coperte anche responsabilità derivanti da conduzione dello studio, spese di tutela dal punto di vista legale.

Il contratto di copertura della responsabilità civile

Ciascuna compagnia assicurativa liberamente propone un contratto di offerta diverso. Per questo l'agente immobiliare dovrà confrontare i preventivi e scegliere la migliore copertura per la sua professione.

In fase di valutazione è bene fare estrema attenzione alle esclusioni di garanzia, secondo il quale l'assicurazione non opera. L'assicurazione però, bisogna ricordare, copre i comportamenti colposi, cioè involontari, commessi durante la professione di agente immobiliare. Vengono esclusi quindi, tutti quei comportamenti dolosi nell'esercizio delle sue funzioni. Per quanto riguarda il massimale, vanno considerati gli importi minimi sotto il quale le compagnie assicurative non potranno spingersi. In questo modo viene garantito il cliente. Occhio agli scoperti e alle franchigie, a carico dell'assicurato.

Quali sono le sanzioni in caso di mancanza della polizza assicurativa

Se l'agente non possiede una polizza di responsabilità civile? Si va incontro a sanzioni certe previste dalla legge. Ciò è stato recentemente disposto dal Ministero dello Sviluppo Economico con la circolare n. 3705/C/2018. la sanzione può oscillare tra tremila e cinquemila euro. È possibile anche incorrere all'ordine di cessare l'attività di mediazione, richiedendo anche la cancellazione dal Registro delle Imprese. In ultimo, si perderà anche la possibilità di percepire la provvigione promessa in fase di stipula del contratto. Perché rischiare allora? Richiedi un preventivo gratuito per una polizza agente immobiliare sul portale MioAssicuratore, il quale opera nel rispetto della legge e all'insegna della massima sicurezza.

Categoria: Professioni