Acquistare una Moto Usata: Scopri le Quotazioni

Le quotazioni delle moto usate i parametri per capire il loro valore

Acquistare una Moto Usata: Scopri le Quotazioni
Data pubblicazione 2018-01-03

Guidare le moto è una passione molto diffusa, e per molti arriva il momento di voler acquistare moto usate.
Non è facile infatti acquistare una moto nuova, perchè abbastanza costosa, e per molti l’opzione di rivolgersi al mercato dell’usato diventa l’unica possibile.
Niente di male: il mercato offre ottimi mezzi a due ruote anche usati, siano essi moto da strada, scooter da città o moto da enduro e cross.

Le quotazioni delle moto usate: guida alla scelta

Una moto usata, come qualsiasi altro veicolo, può costituire un buon affare per l’acquirente, perché le quotazioni sono più basse rispetto al prezzo del concessionario.
In genere le moto vengono usate nelle stagioni più favorevoli e spesso hanno percorso pochi chilometri rispetto alle automobili.
Molti appassionati tirano fuori la moto dal garage solo nei fine settimana e per pochi mesi l’anno.

Una volta individuata la moto usata da acquistare, è bene fare attenzione allo stato generale. Quali verifiche?
Ecco alcuni consigli prima di acquistare una moto usata:

  • Estetica della moto. Quando si valuta una moto usata, la prima cosa che colpisce il potenziale acquirente è il suo aspetto.
    Generalmente una moto in vendita si mostrerà pulita e in ordine, ma in questo caso contano i particolari.
    E’ bene verificare ad esempio le viti, cercando di capire se sono originali o se qualcuna è stata sostituita con un tipo diverso.
    Segni di ruggine sulle viti e sui particolari metallici danno un’idea del luogo in cui è stata custodita la moto e della cura che il proprietario ha riservato al veicolo, al di là delle affermazioni.
    Una scarsa attenzione all’aspetto estetico e della componentistica potrebbe far pensare che analoga cura sia stata riservata alla meccanica.
    Non è detto, ovviamente, ma è un elemento da osservare, così come eventuali verniciature non originali di elementi della moto.
    Un Indice di qualche caduta, ad esempio, può essere lo stato delle leve dei freni, delle pedivelle e delle parti più esposte.
  • I trafilaggi. Si tratta di verificare eventuali perdite di olio sulle parti del motore e delle sospensioni.
    In particolare andrà posta attenzione alla verifica di perdite sulle sospensioni della forcella anteriore e di quella posteriore.
    Sospensioni troppo “morbide” fanno ritenere che la moto sia stata sollecitata abbondantemente.
  • La verifica di catena, corona e pignone. Nell’acquisto di moto usate, particolare attenzione merita la verifica dell’usura di tutto il sistema di trasmissione.
    Se si fosse in presenza di un contesto particolarmente usurato, è facile ipotizzare che il mezzo abbia superato i 30.000 km, a prescindere dalla indicazione sul tachimetro. In genere i componenti della trasmissione si sostituiscono intorno ai 35/40.000 km.
  • Il controllo dei freni e dei dischi. Anche la componentistica dell’impianto frenante è indicativa dello stato della moto usata.
    Eventuali segni di forte consumo dei dischi, con i tipici scalini, e pasticche troppo usurate indicano la necessità di rivedere i freni.
    In genere un concessionario offre la moto usata con pasticche sostituite e freni in ordine.
  • Gomme e cerchi in ordine. Lo stato di usura delle gomme e dei cerchioni incide sulla quotazione delle moto usate.
    Il tipo di consumo dello pneumatico è indice della modalità di guida del proprietario mentre segni sui cerchioni possono far temere che la moto sia incidentata.
  • Documenti e tagliandi. La verifica dei documenti è utile, perchè racconta alcuni aspetti della vita del mezzo.
    Quando si acquista una moto usata è bene verificare il numero dei proprietari, che incide sulla quotazione.
    Il prezzo è condizionato anche dalla verifica dei tagliandi, siano essi effettuati da un’officina autorizzata o da un meccanico di fiducia.
    E’ bene che la moto sia in regola con la revisione obbligatoria, per poter circolare senza problemi.

Dove comprare una moto usata

Le quotazioni delle moto usate variano anche a seconda delle modalità di acquisto.
Una moto consigliata da un concessionario sarà certamente meno economica di quella proposta da un privato.
Cambiano infatti le garanzie e le modalità di vendita. In genere un concessionario effettua verifiche preliminari prima di mettere in vendita una moto usata, ma non è detto che un privato abbia le stesse cautele.

Tante le possibilità di acquisto: il passaparola degli amici, un forum di appassionati o la visita di alcuni concessionari può presentare l’occasione più adatta al proprio budget.
Eccellenti sono anche i siti di annunci online,che permettono di effettuare ricerche locali, limitando quindi l’area della ricerca.
Ognuno di questi siti ha senz’altro una sezione riservata agli annunci di moto usate. Scorrendo gli annunci è possibile farsi un’idea delle quotazioni dei singoli modelli.

Le quotazioni delle moto usate

Chi è alla ricerca di moto usate di marche come BMW e Ducati, o vuole acquistare modelli di moto meno costose, o addirittura moto d’epoca, troverà ciò che cerca sui siti online.
Un’idea delle quotazioni delle moto usate può consultare anche i siti delle riviste specializzate, come Quattroruote o Moto D’Epoca, che presentano listini dell’usato aggiornati mensilmente.
Sarà utile verificare le quotazioni prima di acquistare una moto usata dal concessionario o dal privato, per essere sicuri di acquistare al giusto prezzo la moto dei nostri sogni.

Nell’acquisto di moto usate è indispensabile, prima di farle circolare su strada, effettuare una verifica della polizza rc della moto o stipularne una nuova attraverso un preventivatore online. La comparazione vi servirà non solo a risparmiare ma ad avere anche un’idea di quanto andrà a pagare il vostro modello preferito di moto.

Categoria: Veicoli