L'assicurazione professionale: tutto per gli avvocati e commercialisti

RC Avvocati e Commercialisti, ecco quello che devi sapere

L'assicurazione professionale: tutto per gli avvocati e commercialisti
Data pubblicazione 2015-11-24

A chiunque può capitare di commettere un errore sul posto di lavoro. In alcuni casi anche i più piccoli errori possono portare a gravi conseguenze; ecco perché figure professionali come avvocati e commercialisti ricorrono ad una assicurazione professionale.

Oggi, noi di MioAssicuratore.it vi illustreremo il perché chi svolge una professione come avvocato o commercialista deve ricorrere ad unassicurazione sulla responsabilità civile professionale.

Cos'è l'assicurazione professionale obbligatoria

Dal 13 agosto 2013, vige l'obbligo per tutti i professionisti iscritti all'albo, di stipulare una polizza professionale per la responsabilità civile. Questa assicurazione ha il compito di tutelare il contraente dai danni che può commettere a terzi nell'ambito del proprio esercizio professionale. Oltre a mantenere indenne il patrimonio economico dell'assicurato, consente al professionista di mantenere una buona reputazione nel suo giro di clienti. Gli errori che l'assicurazione professionale copre sono quelli di imprudenza, quindi quando si svolge l'attività in maniera avventata ovvero imprudente, quelli di imperizia che trattano le attività che un professionista svolge pur non avendo l'adeguata capacità tecnica, ed infine quelli di negligenza, ovvero quando vengono trascurate le regole fondamentali della propria professione. Sia gli avvocati che i commercialisti, nello svolgere la propria attività, purtroppo potrebbero incombere in una richiesta di risarcimenti da parte di terzi a causa di uno degli errori sopra elencati.

Responsabilità civile degli Avvocati

La professione di avvocato rientra nella sezione delle professioni liberali. L'ampliamento delle categorie dei danni risarcibili e l'importante ruolo svolto dalla figura dell'avvocato nella società moderna, hanno contribuito a sviluppare e ampliare con contorni sempre più specifici le ipotesi di responsabilità dell'avvocato. Il rapporto giuridico che sorge e si instaura tra cliente e avvocato in giurisprudenza viene di solito definito come contratto di clientela, e viene qualificato come un mandato professionale da chiunque conferito (soggetto privato o pubblico) ad avvocati e procuratori liberi professionisti e non vincolati da rapporto d'impiego, iscritti all'albo professionale. Quindi, chi svolge l'attività di avvocato, mediatore civile o procuratore legale, ha degli obblighi nei confronti dei propri clienti. Non parliamo dell' obbligo di raggiungimento di un determinato risultato, che purtroppo a volte può essere diverso da quello che ci aspettiamo o che vorremmo, ma dell'obbligo che l' avvocato ha di utilizzare i migliori mezzi per poterlo raggiungere. Questo tipo di attività ha varie e molte responsabilità, ad esempio quella di tenere con cura i documenti dei propri clienti e a volte tra i tanti impegni che il professionista ha, può capitare che ne vadano persi alcuni e, che il cliente possa richiedere un risarcimento a causa dello smarrimento di questi documenti importanti.

Responsabilità civile dei Commercialisti

La professione del commercialista rientra nella sezione delle professioni intellettuali; si caratterizza, in primis, per la molteplicità e varietà degli incarichi e delle funzioni svolte. Di conseguenza, si evidenziano diversi profili di responsabilità in cui il professionista possa incorrere ed in particolare: 1) una responsabilità civile connessa all'esercizio di una professione intellettuale, fattispecie comune a tutti i prestatori d'opera intellettuale (art. 1176, co. 2, c.c. e 2236, c.c.); 2) una responsabilità «amministrativa» connessa all'attività di consulenza e assistenza in materia tributaria, fattispecie specifica dell'attività del dottore commercialista (D.Lgs. 472/1997); 3) una responsabilità penale in materia di reati tributari (D.Lgs. 74/2000). Ma come l'avvocato, il commercialista ha l'obbligo di utilizzare tutti i mezzi a sua disposizione per poter aiutare il cliente che lo paga. Tra le garanzie che un commercialista deve avere nella propria assicurazione per la responsabilità civile troviamo quella di copertura per la consulenza fiscale e tributaria, per la gestione contabile, per la gestione di sanzioni fiscali, multe e ammende, per la perdita dei documenti e molte altre ancora.

L'Attività di sindaco revisore

Sia i commercialisti che gli avvocati,  oltre le loro normali mansioni professionali, possono ricoprire ruoli di "sindaci/revisori" contabili all'interno di collegi sindacali di enti pubblici o privati. Dal momento in cui viene svolta anche in minima percentuale questa attività, la polizza assicurativa dovrà coprire la totalità della percentuale svolta come sindaco revisore, così che il contraente possa essere coperto anche mentre svolge tale attività. Concludendo quindi, oltre a ricordarvi che l'assicurazione sulla responsabilità civile professionale per i commercialisti e per gli avvocati è obbligatoria, noi di MioAssicuratore vi diamo la possibilità di compilare un brevissimo questionario all'interno del nostro sito, dove inserire i vostri dati anagrafici, il massimale che volete assicurare, la retroattività e la franchigia, così da inviarvi in tempo reale un preventivo per la vostra assicurazione professionale.
Categoria: Professioni