Quali Sono gli Svantaggi di un’Assicurazione con Satellitare per l’Auto?

La polizza auto con satellitare incluso fa veramente risparmiare? Scopri gli svantaggi

Quali Sono gli Svantaggi di un’Assicurazione con Satellitare per l’Auto?
Data pubblicazione 2018-06-05

Ormai la maggior parte delle compagnie assicurative propone polizze di assicurazione auto con l’installazione di un impianto satellitare, che in media sembra abbassare non di poco il premio annuale o semestrale da pagare.

Questo tipo di polizza è prevista da una legge ed è una rivoluzione nel campo delle assicurazioni.

Solo lati positivi? L’esperienza degli utenti evidenzia vantaggi e svantaggi, che ora andremo ad analizzare. 

In cosa consiste un'assicurazione auto con dispositivo satellitare?

In pratica non è altro che una polizza assicurativa per auto vincolata dall’obbligo di installazione di un dispositivo satellitare, che può essere installato sia da un meccanico che dall’utente, comunemente chiamato “scatola nera”.

In effetti si tratta di un contenitore di piccole dimensioni e colore nero che viene alimentato dalla batteria dell’auto e include un dispositivo con GPS. Ne esistono di diverse tipologie e livelli di precisione.

La loro funzione è quella di registrare la posizione del veicolo e la sua velocità. Ci sono vari motivi per cui le compagnie assicurative propongono la polizza assicurazione satellitare.

Il primo fra tutti ha lo scopo di evitare frodi e denunce di sinistro false, che sono parte massiccia del motivo per cui le tariffe assicurative italiane sono tra le più care d’Europa.

Gli svantaggi per l’automobilista

Rispetto agli studi che sono stati condotti e alle risposte degli utenti, si sono registrati alcuni svantaggi nell’acquisto di un’assicurazione auto con dispositivo satellitare:

  • la scatola nera dovrebbe ricostruire con precisione le dinamiche di un sinistro, ma come si fa ad essere sicuri che il dispositivo sia così preciso rispetto ai suoi dati e che non ci assegni una percentuale di colpa che non ci spetta?
    Pensate se per esempio l’incidente si registrasse a una velocità di poco superiore al limite previsto.
    In quel caso chi garantisce che l’assicurazione risarcirà i danni?
  • i dati relativi allo stile di guida e ai km percorsi dovrebbero essere riservati al guidatore, ma in questo caso la compagnia di assicurazioni sarebbe autorizzata ad acquisirne tutti i dettagli e può pertanto prevedere un aumento del premio assicurativo.
    Sembra che questa polizza convenga maggiormente a chi non ha una grande percorrenza annuale.
  • Molte compagnie assicurative offrono la scatola nera a costo zero, facendosi carico delle spese di installazione. Nel caso in cui si decidesse di cambiare auto o compagnia assicurativa, chi garantisce che le spese di disinstallazione non ricadano sull’utente?
    Bisogna rifarsi con attenzione al Decreto Monti del 2012 che garantisce la manutenzione della stessa da parte delle compagnie, ma è raccomandabile mettere in chiaro questa eventualità prima di firmare il contratto.

In sostanza, se il dispositivo satellitare abbassa il costo dell’assicurazione auto è perché l’agenzia assicurativa è dotata di più informazioni sul tipo di guida del conducente, i chilometri da lui percorsi e i luoghi di percorrenza.

A discrezione dell’utente resta la decisione di assumersi questo “rischio” o meno, tenendo conto del fatto che il rispetto totale del Codice della Strada, e delle disposizioni di contratto previste dalla compagnia assicurativa nella polizza auto, non dovrebbero incidere troppo sui costi e sul risarcimento dei sinistri.

Categoria: Veicoli