Broker Assicurativo: chi è, cosa fa e a cosa serve?

Il broker assicurativo ha il ruolo di guidare i clienti nel vasto panorama delle polizze assicurative

Broker Assicurativo: chi è, cosa fa e a cosa serve?
Data pubblicazione 2019-03-04

Il broker assicurativo è un professionista che lavora indipendentemente dalle compagnie assicurative guidando i clienti a scoprire il vasto panorama delle diverse polizze proposte sul mercato e aiutandoli a scegliere e le soluzioni più consone alle loro specifiche esigenze.

Si tratta insomma di un mediatore del settore assicurativo.

Ma un broker assicurativo cosa fa nel dettaglio?

Per prima cosa può lavorare con clienti singoli o con imprese e crea piani di copertura ben definiti e tracciati in ogni dettaglio per fornire il miglior servizio possibile.

Per poter comprendere le situazioni che potrebbero nascondere rischi e proporre le soluzioni più adatte a ciascuno, il broker assicurativo deve conoscere bene le abitudini e le attività dei propri clienti lavorando per instaurare un rapporto di reciproca fiducia.

Il broker assicurativo non garantisce soltanto competenza nel settore, massima professionalità e grande esperienza, ma anche trasparenza e affidabilità.

Il ruolo di questa particolare figura professionale è quello di vendere formule assicurative sanitarie, sulla vita, sulle proprietà, sui veicoli e altre possibili polizze adatte a soddisfare i più sfaccettati bisogni di sicurezza.
Molti confondono la figura del broker assicurativo con quella dell’agente assicurativo. Se è vero che in parte i due ruoli coincidono, è altrettanto vero che esiste una differenza sostanziale tra le due posizioni.

Gli agenti assicurativi lavorano esclusivamente per una società di assicurazioni, vendendo i prodotti proposti dalla loro compagnia solo a clienti, imprese o società di intermediazione. I Broker Assicurativi, invece, lavorano in modo indipendente rispetto alle compagnie di assicurazione perché possono suggerire e vendere prodotti formulati da diverse società.

Ecco una lista di quelle che sono per un broker assicurativo le mansioni principali.
• Formulare e vendere polizze assicurative su misura.

  • Ricevere dalle compagnie assicurative piani proponibili e promozioni.
  • Confrontarsi con i nuovi clienti ispirando fiducia e sicurezza.
  • Fornire assistenza ai clienti in caso di richiesta di indennizzo, fornendo tutte le spiegazioni necessarie.
  • Contattare periti assicurativi in caso di necessità.

Come diventare un Broker Assicurativo?

Ecco come diventare broker assicurativo.

Innanzi tutto sono necessarie competenze specifiche in materia assicurativa, ottime doti di vendita e spiccata capacità di supporto e assistenza al cliente.

Il broker assicurativo deve inoltre dimostrarsi capace di identificare perfettamente le esigenze dei clienti, centrare i loro bisogni e chiarire i loro dubbi.

Altre doti importanti sono la capacità comunicativa e di relazione interpersonale, la proprietà di linguaggio unita a una particolare chiarezza nell’esposizione, la tendenza all’ascolto e alla comprensione e la prontezza nel rispondere in modo efficace e tempestivo.

Il broker assicurativo sa gestire al meglio il proprio tempo con un’organizzazione perfetta delle mansioni da svolgere e porta avanti più compiti contemporaneamente, si adatta a diversi contesti e dimostra flessibilità e abilità nell’affrontare sfide diverse.

Per diventare Broker Assicurativo basta essere in possesso di un diploma di scuola superiore anche se è preferibile aver conseguito un titolo di studio come una laurea in discipline economiche, o in giurisprudenza.
Per poter svolgere la professione è necessario poi superare l’esame IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni), che consente l’accesso all’iscrizione obbligatoria presso l’Albo professionale di riferimento.

Come guadagna un Broker Assicurativo?

Il broker assicurativo percepisce generalmente un guadagno misurabile a provvigione sulla base delle diverse polizze vendute e può arrivare a percepire fino al 20% del loro valore.

Il broker assicurativo può contare in sostanza su un quadro retributivo che presenta ottimi margini di crescita e di incremento.

La possibilità che un broker assicurativo ha di potenziare i suoi interessi incrementando il proprio reddito è strettamente connessa alla sua capacità di curare e ampliare il portafoglio clienti.

Per questo è importante che il broker si dimostri attento alle esigenze dei clienti, indaghi con attenzione e scupolosamente sul background personale di ciascuno individuando e proponendo la polizza migliore e più adatta alle singole necessità.

Il broker aumenta esponenzialmente le sue possibilità di guadagno se il suo operato è avvertito come prezioso e addirittura indispensabile, infondendo piena fiducia in chi ne richiede l’intervento professionale.

Esattamente come avviene in tutte le attività imprenditoriali, entusiasmo, costanza, dedizione e capacità di applicare strategie vincenti sono gli elementi chiave per conquistare il raggiungimento dei più ambiziosi e soddisfacenti obiettivi economici.

Perché è importante scegliere un Broker Assicurativo?

L’attività del broker assicurativo non si conclude al momento della stipula di un contratto, ma continua nel suo esercizio di consulente che persiste per l’intera durata del rapporto contrattuale, facilitando il cliente in qualsiasi tipo di situazione o controversia, dall’eventuale migrazione del portafoglio assicurativo alla liquidazione del rimborso dovuto al cliente in caso di sinistro. 

Il broker assicura al cliente la scelta della polizza migliore perché conosce in modo approfondito tutte le soluzioni disponibili sul mercato e i suoi suggerimenti non hanno nessun altro scopo se non quello di garantire la massima soddisfazione del cliente.

Il broker assicurativo deve basare la propria professione su principi di indipendenza e trasparenza rispetto ai clienti, agli assicuratori e ai colleghi.

Categoria: Professioni