Certificazione della Malattia Online: il Ruolo del Medico

Cosa deve fare il medico in caso di certificazione della malattia online

Certificazione della Malattia Online: il Ruolo del Medico
Data pubblicazione 2017-12-01

Il medico deve sapere che, in base alle nuove norme,  l'invio è obbligatorio e considera  tutti i lavoratori dipendenti del comparto pubblico e privato.

La procedura di invio telematico ha cambiato le regole in tema di certificazione malattia.

Con la nuova norma, scattata nel 2011, sono i medici dipendenti del Servizio Sanitario Nazionale (ovvero i  medici degli ospedali, dei Pronto Soccorso e dei poliambulatori delle ASL), oppure i medici che operano in regime di convenzione (vedi i medici di famiglia e la Guardia medica) a dover espletare le pratiche di invio della certificazione malattia all'Inps online

L'invio è possibile grazie alle credenziali di accesso al SAC (Sistema di accoglienza centrale) di cui dispone il medico perché ottenute direttamente dal ministero dell’economia, che si occupa della gestione del sistema.

Il medico deve sapere che, in base alle nuove norme,  l'invio è obbligatorio e considera  tutti i lavoratori dipendenti, sia quelli del comparto pubblico che quelli delle aziende private.

Obbligatoria per medici e operatori sanitari la sottoscrizione di una Rc professionale

Nello svolgimento della professione i medici sono costretti a prendere decisioni tutti i giorni, assumendosi responsabilità nei confronti dei pazienti, correndo talvolta gravi rischi con ripercussioni professionali, ma l'errore umano è dietro l'angolo.

Per sopperire a problemi di malasanità o errori individuali i medici e gli operatori sanitari sono obbligati per legge a sottoscrivere un'assicurazione Rc medici, per sopperire alla richiesta di  eventuali risarcimenti danno.

Certificazione malattia fuori sede: i medici abilitati al rilascio

Nel caso in cui il dipendente si ammali lontano da casa e non possa rivolgersi al medico curante è possibile chiedere l'intervento di un medico abilitato al rilascio on line della certificazione malattia fuori sede.

Risultano regolarmente abilitati:

. medico della guardia medica;

. medico di accettazione ospedaliera;

. medico di accettazione nelle case di cura private;

. medico specialista;

. un altro medico di fiducia se il lavoratore risiede momentaneamente fuori dal comune di residenza.

Nel caso di visita fuori sede il lavoratore dovrà comunicare il luogo di residenza, scelto per la degenza anche al datore di lavoro, per eventuali visite di controllo.

Certificazione malattia professionale: che cosa deve fare il medico

In caso di certificazione malattia professionale, che cosa deve fare il medico?

Prima di tutto deve valutare due elementi:

. se si tratta di una prima certificazione è necessario procedere a regolare denuncia  ai sensi dell'articolo 139 del testo unico così come modificato dall'articolo 10 del D.lgs 38/2000;

. in caso contrario, se è di fronte ad una certificazione medica per malattia comune, il medico deve mettere nero su bianco un'ordinaria attestazione di patologia.

In merito alle assenze dovrà essere fatto un riferimento specifico al periodo, in linea con quanto 

previsto dal contratto di lavoro.

Categoria: Professioni