Affittacamere, come scegliere la copertura assicurativa adatta

Scegliere la copertura assicurativa affittacamere è indispensabile per essere tutelati in caso di danni a terzi o all'immobile di cui si è proprietari.

Affittacamere, come scegliere la copertura assicurativa adatta
Data pubblicazione 2019-10-07

Un numero crescente di viaggiatori preferisce optare per servizi di ospitalità alternativi agli hotel perché si respira un'aria più familiare e i prezzi sono più contenuti. In questa tipologia di alloggio rientra l'affittacamere, un'attività non necessariamente imprenditoriale che consiste nell'affittare per brevi periodi una o più camere ammobiliate (fino ad un massimo di 6), fornendo, a discrezione del proprietario, altri servizi, come la prima colazione, i servizi di pulizia e la lavanderia. Il fenomeno dell'affitto breve, che riguarda soprattutto le città d'arte e le località turistiche, è in continua ascesa perché si tratta di una formula più conveniente della locazione ordinaria. Sebbene si stia parlando di strutture ricettive extra alberghiere, i rischi sono simili a quelli di hotel, alberghi e pensioni. A prescindere dagli obblighi assicurativi previsti dalla legge, che riguardano solo la Responsabilità Civile, sottoscrivere una polizza affittacamere è quindi assolutamente necessario per essere tutelati in caso di danni a terzi o all'immobile di cui si è proprietari. Vediamo quali sono le principali coperture assicurazione affittacamere.

Quali sono le coperture assicurazione affittacamere

L' affittacamere è un prodotto costruito su misura per renderlo il più possibile rispondente alle esigenze dell'assicurato. Può contemplare una molteplicità di rischi, che vanno dai danni agli ospiti dovuti ad incuria agli spiacevoli eventi che possono danneggiare la struttura (incendi, perdite d'acqua, rottura di vetri, ecc.). In genere, chi concede camere in locazione in modo saltuario non stipula alcuna assicurazione, andando incontro a seri rischi, mentre chi svolge quest'attività in modalità imprenditoriale è obbligato, in gran parte delle regioni italiane, a sottoscrivere una polizza di Responsabilità Civile, che però non garantisce la copertura di tutti i rischi sopraccitati.

Stipulando la responsabilità civile, la compagnia assicurativa interviene per coprire e rimborsare i danni che l'assicurato ha causato a terzi, tutelandolo da improvvisi esborsi di denaro. È quindi un tipo di copertura che tutela entrambe le parti: da un lato protegge il patrimonio dell'assicurato, sollevandolo dal risarcimento dovuto a terzi, dall'altro garantisce al danneggiato che sarà risarcito laddove abbia subito delle lesioni personali la cui responsabilità è attribuibile all'immobile del quale è ospite. I danni specifici coperti dalla responsabilità civile sono dettagliati nei documenti rilasciati dall'ente, che includono le condizioni generali di polizza, le garanzie aggiuntive ed eventuali appendici.

Condizioni della copertura assicurativa affittacamere

Ogni casa o appartamento destinato agli affitti brevi ha della caratteristiche che lo rendono unico, pertanto anche la copertura assicurativa dovrà essere personalizzata sulla base della tipologia e dell'ubicazione dell'abitazione. Tuttavia, in un'assicurazione affittacamere ci sono delle coperture che non dovrebbero assolutamente mancare, indipendentemente dal tipo di immobile. Per esempio, è importante che siano previsti gli incidenti derivanti dalla struttura, la cui responsabilità è quindi imputabile all'assicurato, come una tegola o un vaso che cade sulla testa di uno sfortunato passante. Sono da considerarsi terzi anche gli ospiti o inquilini, che sono pertanto coperti da eventuali danni causati da mobili, impianti fissi o apparecchiature della casa.

È inoltre necessario accertarsi che nella polizza siano inseriti i danni cagionati dall'evento incendio alle cose portate dagli ospiti all'interno della struttura. La copertura RC per affittacamere deve essere estesa anche a chi presta lavoro nella struttura ricettiva come collaboratore del proprietario, ovvero al personale addetto alle pulizie, agli addetti alla manutenzione, all'accoglienza, e così via. Considerato il numero elevato di inquilini che si alterna in un anno in questa tipologia di alloggio, è bene che l'assicurazione copra anche i danni causati dagli ospiti stessi. Queste garanzie sono solo un punto di partenza; ad esse potranno essere aggiunte, a discrezione dell'assicurato, ulteriori coperture specifiche per la protezione della propria abitazione.

Protezione in caso di furto o danneggiamento

Chi intraprende l'attività di affitto breve vuole avere la garanzia che l'immobile messo a disposizione degli ospiti rimanga intatto, soprattutto se è già ammobiliato, ovvero fornito di mobili ed elettrodomestici. Non è raro che gli inquilini, durante il loro soggiorno, danneggino parte della casa o che si verifichino dei furti. Non essendoci in Italia un'assicurazione volta a proteggere le strutture ricettive extra alberghiere dai danni o dai furti perpetrati dagli ospiti, gli strumenti con cui l'host può tutelarsi sono il contratto e la copertura tutela legale. È importante che nel contratto d'affitto siano incluse le condizioni alle quali viene concesso l'appartamento in uso, specificando gli oggetti da salvaguardare.

Firmando il contratto l'inquilino si assume l'obbligo di custodire l'immobile e diventa responsabile dei danni provocati personalmente, dai propri ospiti o dagli animali domestici. L'altro strumento è la polizza tutela legale, una garanzia aggiuntiva che consiste in un aiuto concreto per affrontare le spese legali in caso di contenzioso sorto perché l'inquilino rifiuta di addossarsi le colpe contestategli dal proprietario per danni all'appartamento. Questa copertura è utile anche in caso di appropriazione indebita da parte dell'ospite di oggetti dell'alloggio destinato ad affitto breve.

Altre garanzie incluse nella copertura assicurativa affittacamere

A proposito di protezione della struttura, diverse compagnie offrono, in aggiunta alla responsabilità civile affittacamere, anche la copertura incendio, che protegge l'appartamento e il relativo contenuto, come mobili ed effetti personali, dai danni provocati da incendi che possono verificarsi all'interno o all'esterno dell'abitazione e da altri eventi quali fulmini, esplosioni, fumo e perdite di gas. Un'altra garanzia spesso inclusa è la copertura contro il furto, che prevede il rimborso da parte della compagnia di quanto trafugato da ladri ed ignoti (furto con scasso), dietro prova che ci sia stata infrazione, e di eventuali danni cagionati dai ladri ai locali e agli infissi. Tale garanzia non copre i furti imputabili all'inquilino perché, come abbiamo detto, in questo caso si tratta di appropriazione indebita per la quale non esiste alcuna assicurazione.

Categoria: Business