Cosa significa e come evitare il rischio?

MioAssicuratore ti spiega cos'è e come evitare o trasferire il rischio.

Cosa significa e come evitare il rischio?
Data pubblicazione 2017-07-06

Le polizze assicurative vengono stipulate, nella maggior parte dei casi, al fine di garantire a sé stessi o a eventuali beneficiari della polizza stessa un capitale o eventualmente un rimborso, nel caso in cui si verifichi un certo evento, futuro e incerto. In sostanza cioè con la polizza assicurativa l’assicurato si tutela dal verificarsi di quello che viene chiamato il rischio. Tutto il contratto assicurativo si fonda sul rischio e sulla suo possibile verificarsi: se infatti l’evento futuro e incerto che si assicura in contratto dovesse verificarsi, la compagnia assicurativa dovrà intervenire pagando la prestazione prevista.

IL RISCHIO ASSICURATIVO

Il rischio è quindi l’elemento essenziale del contratto di assicurazione, anche se il suo verificarsi non deve probabile ma solo possibile. A secondo poi della minore o maggiore probabilità del verificarsi del rischio, diminuirà o aumenterà il premio assicurativo che l’assicurato dovrà sborsare annualmente o periodicamente alla compagnia assicurativa. Nel caso in cui la situazione o il fatto previsto e assicurato in polizza dovesse effettivamente concretizzarsi, si parlerebbe di rischio verificato e in conseguenza di questo il contratto assicurativo si scioglierebbe. Il rischio, che assume nomi diversi a seconda della tipologia di polizza ( ad esempio nella assicurazione danni si parla di sinistro, nelle assicurazioni vita si parla di evento), per poter essere valido deve possedere una serie di requisiti:

  • Deve essere incerto, ma possibile. Non è possibile assicurare un rischio impossibile nel suo verificarsi, altrimenti lo stesso contratto risulterebbe nullo;
  • Deve riguardare un fatto futuro. In caso contrario non si parlerebbe di un evento incerto;
  • Deve essere dannoso, in particolar modo quando si tratta di assicurazione danni;
  • Oppure deve essere lesivo di un interesse dell’assicurato, ossia deve essere tale da arrecare un pregiudizio ai beni dell’assicurato o alla sua persona.

IL RISCHIO VA DELIMITATO

Quando si stipula un contratto assicurativo e si pattuisce con l’assicurazione il rischio da assicurare, si contratta anche sulla delimitazione del rischio stesso. Difficilmente infatti la compagnia assicurativa si impegnerà ad assicurare tutela ad ogni possibile danno o evento che potrebbe verificarsi, ma solo su alcuni aspetti di esso, cosi che in base a questa delimitazione si pattuiscono i doveri e i diritti tra assicurato e assicurazione. Tale delimitazione del rischio si applica in particolar modo alla tipologia di evento posto a oggetto del contratto e all’interesse che l’assicurato intende tutelare a fronte del pagamento periodo del premio assicurativo.

Categoria: Assicurazioni