Ecco che cos'è e cosa si intende per massimale

MioAssicuratore ti illustra il significato della parola massimale e perché è cosi importante.

Ecco che cos'è e cosa si intende per massimale
Data pubblicazione 2017-07-06

Quando si stipula un contratto di assicurazione, una delle voci che è buona norma analizzare prima di firmare è quella che fa riferimento al massimale. Ma che cos’è esattamente il massimale? Il concetto di massimale è quello di massimo risarcimento dovuto dalla compagnia; per fare un esempio pratico pensiamo all’assicurazione auto: per massimale si intende la somma massima ( in denaro) che la compagnia assicurativa con la quale si è stipulata la polizza assicurativa è obbligata a risarcire in caso di sinistro stradale. Nel caso in cui il danno procurato a cose o soggetti terzi ecceda il massimale pattuita nel contratto, sarà l’assicurato a dover provvedere personalmente per la quota eccedente il massimale.

I VALORI DEL MASSIMALE

Per quasi un quarantennio le quote dei massimali, in particolare quelli previsti per la responsabilità civile auto sono rimasti invariati; in particolar modo i massimali previsti dalle polizze RCA erano quelli fissati da una legge del 1969. Tale legge prevedeva che le compagnie assicurative fossero obbligate a risarcire gli eventuali danni cagionati dall’assicurato in un ammontare pari, e non superiore, a 750mila euro. Si tratta di una somma che oggi giorno risulta inadeguata a garantire un’idonea copertura assicurativa, soprattutto alla luce delle nuove forme di risarcimento introdotte dalla giurisprudenza quali danno biologico e danno morale. E’ bene tuttavia ricordare che a determinare il massimale, e il suo eventuale superamento, non concorrono molteplice voci, ma solo ed esclusivamente l’ammontare delle spese dovute al risarcimento della vittima del sinistro. Sono pertanto escluse dal raggiungimento del massimale le spese legali o le spese di tribunale, e comunque qualsiasi altra spese il cui scopo è quello di accertare o meno la responsabilità del fatto. Il limite del massimale prescritto per legge non è tuttavia inderogabile: le compagnie assicurative offrono infatti la possibilità di aumentare il massimale, e quindi l’eventuale copertura, a fronte di un pagamento del premio assicurativo più elevato.

I LIVELLI ATTUALI DEL MASSIMALE

Il limite del massimale fissato dalla legge del 1969 è stato oggetto di modifica negli ultimi anni, sebbene in realtà la situazione non sembra particolarmente diversa da quella stabilita alla fine degli anni sessanta. Ad oggi infatti il livello minimo di massimale per danni arrecati alla persona nell'RC Auto è ancora fisso intorno ai 5 milioni di euro; mentre il livello minimo di massimale a cui le compagnie assicurative sono obbligate per danni arrecati alle cose è fisso a 1 milione di euro.

Categoria: Veicoli