Danno da Fenomeno Elettrico: Garanzia e Come Chiedere il Risarcimento

Il fenomeno elettrico è uno sbalzo di tensione elettrico che può causare danni agli impianti elettrici

Danno da Fenomeno Elettrico: Garanzia e Come Chiedere il Risarcimento
Data pubblicazione 2019-03-04

Il cosiddetto fenomeno elettrico, che può corrispondere a scariche, sovratensioni e correnti, è a tutti gli effetti uno sbalzo di tensione che, se ripetuto con una certa frequenza, può causare danni diversi e di differente entità sia ad impianti elettrici e a sistemi di allarme a servizio di un’abitazione o di un fabbricato, sia agli oggetti elettronici contenuti al loro interno come apparecchi televisivi, elettrodomestici, in qualche caso computer ed altri elaboratori elettronici.

Nello specifico ecco elencati alcuni tipi di fenomeno elettrico:

  • variazione di corrente ossia scostamento del livello di intensità della corrente elettrica dai valori previsti per l’efficienza degli impianti;
  • corto circuito o contatto accidentale tra due parti di impianto normalmente funzionanti a potenziale diverso;
  • sovratensione, ovvero improvviso innalzamento dei valori della tensione di alimentazione elettrica rispetto ai valori previsti per il funzionamento degli impianti;
  • arco voltaico, o scarica elettrica accidentale tra due parti dell'impianto.

I danni provocati da fenomeni elettrici possono rientrare, con patto speciale, nelle polizze incendio.

L’assicurazione danni da fulmine rientra di solito nella polizza Incendio, mentre l’assicurazione fenomeno elettrico costituisce nella maggior parte dei casi una garanzia accessoria che il cliente può scegliere o meno di attivare in base a quanto la ritenga necessaria. 

Danni Impianti Elettrici: Chi Paga i Danni?

In caso di blackout, scariche elettriche o altri fenomeni di questo tipo chi è tenuto a risarcire i danni subiti da apparecchiature elettriche ed elettrodomestici?

La compagnia che fornisce il servizio di energia è tenuta a provvedere al risarcimento del danno esclusivamente nel caso in cui sia dimostrabile una responsabilità diretta.

Si tratta infatti dell’unica circostanza in cui è possibile chiedere e ottenere un risarcimento per inadempienza rispetto ai termini del contratto stipulato tra le parti all’attivazione della fornitura.

Se la compagnia dimostra che il guasto è stato provocato da cause di forza maggiore l'utente non otterrà con facilità un risarcimento immediato e non riuscirà a risolvere il contenzioso senza passare per vie legali.

Per verificare la convenienza o meno del procedimento, è consigliabile consultare il parere di un avvocato o di associazioni a difesa dei consumatori.  

Assicurazione Casa e Garanzia Fenomeno Elettrico

Tra le garanzie che possono essere abbinate all’assicurazione sull’Incendio, rientrano anche i Fenomeni Elettrici, costituiti da correnti o scariche con effetto deleterio su impianti e apparecchi elettrici ed elettronici.

I fenomeni elettrici non vanno confusi con il caso del fulmine che generalmente rientra in modo automatico nell’assicurazione di base sull’incendio.

Naturalmente un fulmine potrebbe sia provocare un incendio sia arrecare danni agli impianti o agli apparecchi elettrici contenuti in un’abitazione, generando sbalzi di tensione elettrica, ma si tratta un evento singolare e considerato a sé stante, in modo comunque diverso dai fenomeni elettrici.  

La garanzia che copre i fenomeni elettrici è prestata quasi sempre a “primo rischio assoluto” con un massimale stabilito variabile dai € 500 ai € 15.000 e applicando una franchigia fissa.

Ciò significa che l’assicurazione paga i danni entro il limite massimo definito dalla polizza, sottraendo dal rimborso una franchigia riportata nelle condizioni elencate all’interno del contratto assicurativo.
L'assicurazione fenomeno elettrico risarcisce i danni materiali subiti in modo diretto dagli oggetti dettagliatamente assicurati.

Per essere rimborsati i danni devono essere stati provocati da sbalzi di tensione, scariche elettriche o altri fenomeni similari. Non sono risarciti i danni provocati da usura o manomissione degli apparecchi colpiti. Computer ed elaboratori elettronici non sempre risultano inclusi nella garanzia perché spesso per essi è prevista polizza specifica, distinta da quella a copertura dei fenomeni elettrici e definita garanzia Elettronica

Danni Impianti Elettrici: Come Ottenere un Risarcimento

Ecco come funziona la richiesta di risarcimento danni da fenomeno elettrico.

In caso di denuncia di danno elettrico a scapito di un elettrodomestico o di un impianto assicurato, la compagnia di assicurazione richiede una serie di documenti:

  • La dichiarazione firmata da un tecnico o da un centro di riparazioni specializzato in cui si certifichi la causa del danno e l’irreparabilità del bene danneggiato. Tale dichiarazione dovrà essere dettagliata e riferirsi al prodotto specifico in oggetto riportandone nome della marca, tipo di modello, eventuale numero di serie e anno di acquisto del bene.
  • Una o più foto che mostrano il prodotto danneggiato.
  • La fattura o la ricevuta fiscale legata all’acquisto di un nuovo bene in sostituzione di quello colpito dal fenomeno elettrico.

Nel caso in cui l’elettrodomestico o l’impianto danneggiato risultasse riparabile, l’assicurazione necessita di ricevere:

  • la fattura o la ricevuta fiscale della riparazione effettuata.
  • Una o più foto delle parti sostituite per riparare il pezzo danneggiato.

In entrambi i casi, l’assicurazione può riservarsi il diritto di incaricare un perito che valuti il danno e per questo è sempre bene conservare l’oggetto danneggiato o le parti sostituite, in modo da poter facilitare la procedura di stima e perizia da parte della compagnia assicurativa.

Categoria: Casa Famiglia