Assicurazione grandine auto, come funziona, cosa copre e quanto costa?

La grandine rischia di rovinare la vostra vettura; C’è una soluzione che vi permetterà di dormire sonni tranquilli: ecco qual'è

Assicurazione grandine auto, come funziona, cosa copre e quanto costa?
Data pubblicazione 2019-03-04

I danni da grandine possono costare davvero cari ai proprietari di automobili e ciclomotori. Complice il cambiamento climatico e le vere e proprie tempeste in stile tropicale che negli ultimi anni si stanno abbattendo sulla nostra penisola, le riparazioni nelle autofficine a causa di questo fenomeno atmosferico sono aumentate a dismisura, con interventi alla carrozzeria che possono costare fior di quattrini. Eppure, basterebbe davvero poco per tutelarsi. Come?

Stipulando una polizza grandine che metterà al sicuro la vostra vettura in caso di riparazione e vi farà dormire sonni tranquilli. Ma procediamo con ordine. Qui puoi vedere la copertura (polizza eventi naturali o polizza grandine) di un'assicurazione auto

Il Fenomeno della Grandine

La grandine è un fenomeno atmosferico che si manifesta sotto forma di precipitazioni di pezzi di ghiaccio (chiamati anche “chicchi” di grandine) che si formano se le correnti ascensionali in un cumulonembo sono abbastanza forti. In pratica, si tratta di un mix di ghiaccio e gocce d’acqua che si ricongela prima di cadere diventando sempre più grande, che nel periodo primaverile ed in quello estivo sfrutta il calore del suolo che proviene dal basso facendo diventare i chicchi di grandine dei veri e propri proiettili.

Dimensioni dei pezzi di ghiaccio, velocità della caduta, durezza e forma possono risultare devastanti, al punto tale che non capita di rado durante la bella stagione di vedere andare in fumo interi ettari di campi coltivati, oppure – è il caso di ricordarlo – il parabrezza della propria auto.

Come Tutelarsi dalla Grandine?

Dunque, come fare per proteggersi dalla grandine? C’è chi opta per i teli protettivi, oppure tiene al riparo la propria vettura in un garage coperto. Già, ma se vi trovate fuori casa (magari d’estate) e venite colti di sorpresa da un’improvvisa e violenta grandinata, come potete tutelarvi?

La risposta è semplice: stipulando una assicurazione eventi atmosferici ed in particolare da grandine, per godere di un risarcimento in caso di danni.

Si chiama polizza per eventi naturali, ma più comunemente viene anche chiamata polizza grandine. Le compagnie assicurative, nelle loro polizze RC auto, danno la possibilità di inserire questa copertura accessoria che indennizza l’assicurato per le eventuali riparazioni da danni da grandine.

Nell’elenco dei danni da eventi atmosferici diretti figurano allagamenti, inondazioni, terremoti, vento, frane, smottamenti, cicloni, caduta di alberi e appunto grandine.

Qualora si dovessero verificare i danni da grandine, basterà denunciarli alla propria compagnia assicurativa, che attraverso un perito incaricato valuterà il rimborso necessario per la riparazione.

Come per un normale sinistro stradale, per velocizzare i tempi per la stima dei danni si potranno mettere a corredo fotografie, preventivi di una autocarrozzeria e prove, nonché denuncia alle Forze dell’Ordine, ai Vigili del Fuoco o alla Protezione Civile che attesti l’evento atmosferico, che potranno essere inseriti nella documentazione a prova dell’evento. Tutto il materiale raccolto potrà essere messo a disposizione della compagnia assicurativa: anche articoli di giornali locali che testimonino la particolare virulenza del fenomeno atmosferico che vi ha colpiti potranno andar bene per lo scopo.

Danni da Grandine: Quanto Costa Far Riparare l’Auto?

Assicurare la propria auto dai danni da grandine conviene, dunque. Anche perché i costi di riparazione dei bolli da grandine (così vengono chiamate le ammaccature) possono essere anche consistenti.

Talvolta le ventose e gli stucchi possono non bastare: in questo caso sarà necessario rivolgersi ad un carrozziere, e per le spese si va da un minimo di 45 euro per i danni lievi limitati ad alcune zone della macchina, fino ai 75 o 100 euro per la riparazione di ammaccature più importanti.

Per le autocarrozzerie è affare d’oro, letteralmente piovuto dal cielo. Un grattacapo in più, invece, per gli automobilisti.

Dati alla mano, negli ultimi anni in Italia vengono segnalati circa un migliaio di danneggiamenti più o meno gravi alle vetture, con addirittura la rottura dei lunotti e dei parabrezza. Gli esborsi, in questi casi, possono essere consistenti, ed oscillano dai 150 ai 400 euro, perché può essere finanche necessario dover ricomprare un nuovo componente. Quali sono i costi, in questi casi? Naturalmente dipende anche dal tipo di automobile, dal modello e dai pezzi di ricambio: immaginate una improvvisa grandinata su un’auto appena acquistata, magari una berlina fiammante oppure una supersportiva.

Forse è il caso di ricorrere subito ad una polizza assicurativa ad hoc, non trovate?

Categoria: Veicoli