Polizza multirischi: perché si chiama così

Polizza multirischi: l'assicurazione per proteggere tutta la famiglia, la casa e avere assistenza legale pagando un unico premio

Polizza multirischi: perché si chiama così
Data pubblicazione 2019-11-20

La casa è un bene primario, acquistarla, versare l'anticipo e in seguito pagare il mutuo, spesso trentennale, è un impegno davvero importante perché nel frattempo le condizioni economiche possono peggiorare. Nonostante questi svantaggi gli italiani restano affezionati alla casa di proprietà. Per proteggerne il valore nel tempo, anche mentre si paga il mutuo, e proteggere l'intera famiglia, è possibile stipulare un' assicurazione casa. La scelta può cadere su diverse tipologie, tra queste vi è la polizza casa multirischi che comprende diverse coperture assicurative a fronte del pagamento di un solo premio che in base alle stesse e in base al valore della casa può essere di diversa entità. Ecco le principali coperture previste dalle polizze multirischi chiamate così proprio perché proteggono da una moltitudine di rischi particolarmente frequenti.

Controllare la presenza della franchigia

La prima cosa da ricordare è che le polizze casa multirischio spesso hanno una franchigia. Si tratta di una parte di danno non coperta dall'assicurazione e a cui l'assicurato deve provvedere autonomamente. L'applicazione di una franchigia è utile ad abbassare il premio da versare e può avere diverso ammontare. In particolare se il proprio contratto prevede che ci sia una franchigia di 1000 euro, tale somma sarà scalata dall'ammontare che la compagnia di assicurazione dovrà versare come risarcimento. Per capire se nel contratto che si sta per sottoscrivere, o è stato già sottoscritto, è prevista una franchigia è necessario leggere con attenzione tutte le clausole previste. Solo in questo modo si potrà operare un reale confronto tra i preventivi di più compagnie di assicurazioni.

La garanzia capofamiglia per proteggere i terzi dai danni causati da tutta la famiglia

Ogni polizza multirischi per la casa è diversa dalle altre e di conseguenza può comprendere coperture differenti, in seguito saranno elencate quelle che in linea di massima sono presenti in quasi tutte le assicurazioni. Nella maggior parte dei casi è compresa la garanzia capofamiglia. Questa copre i danni causati a terzi da parte dell'assicurato, ma anche dei soggetti con lui conviventi. Sono coperti i danni causati a beni e a persone, ma questi non devono essere stati causati in attività estranee alla vita domestica, ad esempio durante il lavoro. Alcune compagnie includono nella garanzia capofamiglia anche eventuali danni prodotti a terzi dagli animali domestici, ad esempio nel caso in cui il cane dovesse invadere il giardino dei vicini e creare danni. Inoltre può essere prevista la copertura dei danni provocati da collaboratori domestici, anche occasionali, ad esempio i danni prodotti dal giardiniere che svolge la sua attività settimanalmente o mensilmente. Anche in questo caso un'attenta lettura di tutte le clausole contrattuali può aiutare a capire il reale contenuto della polizza che si sta per sottoscrivere. Ad esempio una copertura per i collaboratori può essere del tutto inutile se gli stessi non sono presenti in casa e quindi si può cercare una polizza con premio più basso che non la preveda.

Danni da calamità naturali: incendio e acqua

La polizza multirischi per la casa copre anche danni dovuti a fuoco e acqua. In questo caso è prevista la copertura dei danni subiti dall'abitazione in caso di nubifragi, alluvioni, raffiche di vento o altri eventi che possono essere definiti calamità naturali. Si può ottenere copertura anche per i dani prodotti da un eventuale corto circuito dell'impianto. Cosa viene risarcito? Anche in questo caso molto dipende dalla tipologia di polizza, infatti è possibile avere ristoro sia dei danni subiti dalla struttura, sia delle suppellettili presenti all'interno, ad esempio mobili, ceramiche, quadri, preziosi. Naturalmente in questo caso è essenziale dimostrare il danno e il valore dei beni. I danni devono essere accidentali e non prevedibili, cioè non sono coperti danni avvenuti per imperizia e negligenza del proprietario/assicurato. Ad esempio nel caso in cui non sia stata eseguita una corretta manutenzione del giardino e sia caduto un albero che poi ha danneggiato la copertura dell'immobile.

Polizza multirischi: furti

La polizza multirischi può essere attivata anche per proteggere da furti. In questo caso l'ammontare del risarcimento dipende dalla somma assicurata indicata nel contratto. Questa viene stabilita tenendo in considerazione il valore reale dei beni presenti in casa e in particolare preziosi. Occorre fare attenzione perché possono esservi delle esclusioni di risarcimento, ad esempio nel caso in cui sia stata lasciata aperta la cassaforte e quindi la stessa fosse facilmente individuabile e accessibile dai malintenzionati. Ovviamente queste sono solo delle ipotesi.

Altre clausole presenti nelle polizze multirischi

Finora sono state viste solo le clausole più frequenti inserite in una polizza multirischi casa, grazie alla possibilità di stipulare contratti online con MioAssicuratore.it è possibile ottenere soluzioni personalizzate che coniugano risparmio e copertura. Ad esempio se l'abitazione è ubicata in una zona centrale dove sono presenti sedi istituzionali, può essere opportuno stipulare una polizza a copertura dei danni derivanti da eventi socio-politici. Infine, per le varie tipologie di assicurazione è possibile inserire anche la tutela legale, la stessa viene attivata se vi sono controversie, ad esempio nel caso in cui debba essere risarcito un danno a terzi, è possibile avere anche l'assistenza di un professionista specializzato in materie legali.

Categoria: Casa Famiglia