Ristrutturare Casa: Suggerimenti e Consigli Pratici

Fai da te e incentivi, come ristrutturare casa risparmiando

Ristrutturare Casa: Suggerimenti e Consigli Pratici
Data pubblicazione 2017-09-22

Sono tanti i motivi per cui si effettua la scelta di ristrutturare casa.

Si può scegliere di ristrutturare casa perché l’abitazione in cui si vive non risponde più alle proprie esigenze oppure perché si è appena acquistato un immobile e quest’ultimo necessita di lavori e migliorie.

Definire a priori quale sarà la spesa necessaria per ristrutturare casa è un’operazione molto complessa. Nel preventivo dei costi, infatti, entrano in gioco una serie di fattori che condizionano notevolmente la spesa. Un paio di esempi sono: lo stato iniziale della casa e la scelta del materiale da utilizzare per i lavori.

Ristrutturare casa prevede, quindi, una serie di procedure, che gli addetti ai lavori devono effettuare, più o meno lunghe e più o meno costose.

I vari passi da compiere per ristrutturare casa

Il primo step da compiere è la demolizione delle componenti da sostituire quali piastrelle, muri e pavimenti. Questo passaggio, a differenza di quanto si possa pensare nell’immaginario comune, non ha un costo molto elevato e non incide particolarmente sul costo della ristrutturazione.

Nonostante ciò, anche in questo caso il costo del lavoro è variabile. Dipende, infatti, dalla tipologia di lavoro che bisogna effettuare e dal tipo di materiale da demolire.

Tanto per fare degli esempi, abbattere un muro classico ha un costo inferiore rispetto alla demolizione di un muro in calcestruzzo armato. Demolire i pavimenti senza effettuare le tracce per gli impianti avrà un prezzo piuttosto contenuto.

Sono proprio gli impianti, infatti, che influiscono maggiormente sulla spesa di coloro che decidono di ristrutturare casa.
E’ il lavoro dei professionisti come gli idraulici e gli elettricisti ad avere un valore ed un prezzo molto elevato.

Per quando riguarda i materiali da costruzione ed i rivestimenti, infine, i prezzi variano molto in base ai materiali richiesti e alle dimensione dell’immobile da ristrutturare.

Ristrutturare casa fai da te

Per chi ha un po’ di tempo libero a disposizione e non possiede grandi cifre da investire può decidere di ristrutturare casa fai da te.

Se abbattere un muro o sollevare un muro senza l’aiuto di un professionista è pressoché impensabile, ritinteggiare casa è invece un’operazione più o meno alla portata di tutti.

La procedura è abbastanza semplice. Come prima cosa bisogna procurarsi della carta da parati, dello stucco, un rullo, una spatola e naturalmente della pittura.

Con la carta da parati si va a rimuovere tutta la vernice presente sulle pareti di cucina, sala, bagno e camera da letto. Successivamente si passa a riempire con lo stucco tutte le parti in cui la vernice non è più presente per poi livellare la superficie con una spatola.

Molti centri specializzati in materiale edile e grandi catene commerciali hanno ampi spazi dedicati al fai-da-te con suggerimenti e corsi pratici per imparare a stuccare, tinteggiare o applicare carta da parati.

Se si ha bisogno di piccoli interventi, ristrutturare casa con il fai da te permette di abbattere i costi di quasi 10 volte rispetto a scegliere di affidarsi a professionisti.

Ristrutturare casa: ecco alcune idee

Le idee per ristrutturare casa non nascono mai dal nulla. Solitamente è sfogliando qualche rivista dedicata che nascono le migliori ispirazioni.

Anche fare un giro in rete ed osservare le varie soluzioni proposte dai diversi siti dedicati all’argomento può essere una buona idea (tra l’altro ce ne sono tantissimi).

Un’altra fonte di ispirazione molto valida ma a cui non tutti pensano è il social network Pinterest.

Quest’ultimo rappresenta un vero e proprio motore di ricerca di idee. Posizionando il mouse sulla barra di ricerca e scrivendo “ristrutturare casa” si possono avere subito disponibili centinaia di foto pubblicate dagli altri utenti di Pinterest da cui trarre ispirazione.

Ristrutturare casa incentivi 2017 e modifiche per il 2018

Coloro che decidono di ristrutturare casa entro l’anno in corso possono godere di un’agevolazione fiscale pari al 50% della spesa effettuata.

La spesa non deve superare i 96.000 € ed il bonus viene acquisito effettuando la dichiarazione dei redditi.

Molto probabilmente sarà possibile godere dell’agevolazione al 50% solo fino alla fine del 2017. A partire dal prossimo anno, invece, la detrazione tornerà al 36% ed il limite massimo di spesa sarà pari a 48.000 € per unità immobiliare.

Fra i lavori di ristrutturazione casa per cui spettano le agevolazioni ci sono gli interventi che hanno lo scopo di prevenire gli atti illeciti come furto e rapine.
Alcuni esempi di lavori che possono essere effettuati e che prevedono l’accesso al bonus sono: l’apposizione di vetri antisfondamento, la costruzione di porte blindate, l'installazione di telecamere, l’apposizione di grate, saracinesche, tapparelle con bloccaggi.

Questi interventi aiutano chi li acquista a sentirsi più protetto. Purtroppo, però, le tecniche di furto sono oggi sempre più sofisticate e riescono, nella maggior parte dei casi, ad aggirare molti sistemi di sicurezza.

E’ consigliabile, quindi, sottoscrivere anche una polizza e calcolare il costo di una assicurazione casa per coprire i beni presenti all’interno dell’abitazione da furto e rapine.
Gli interventi di sicurezza di cui abbiamo parlato sopra, se installati prima o durante la percorrenza del contratto assicurativo, consentono di ridurre il costo del premio ed eventualmente di apportare migliorie alla copertura.

Categoria: Casa Famiglia