Come Ottenere Agevolazioni Fiscali in Caso di Ristrutturazione Casa

Se decidi di ristrutturare casa scopri come ottenere agevolazioni fiscali e detrazioni.

Come Ottenere Agevolazioni Fiscali in Caso di Ristrutturazione Casa
Data pubblicazione 2018-09-24

Cresce negli italiani il desiderio di ristrutturare la propria casa. Le mura domestiche sono sempre più soggette a cure e ristrutturazioni ma cresce anche il desiderio di assicurarle da danni ed eventi naturali.

Gli ultimi dati relativi agli interventi alle mura domestiche mettono in luce che fra il mese di ottobre del 2010 e quello di luglio del 2017 le famiglie italiane hanno speso una cifra che si aggira intorno ai 169,1 miliardi per ristrutturare la casa, considerando soprattutto una resa energetica più elevata.

Parliamo di una media di investimento pari a 24,7 miliardi l’anno.

Ad influenzare le scelte dei nostri connazionali hanno contribuito sicuramente i bonus e gli incentivi fiscali ma anche la possibilità di utilizzare nuovi materiali decisamente ecocompatibili.

Lavori di ristrutturazione: manutenzione ordinaria e straordinaria

Una prima considerazione da fare in tema di ristrutturazione è quella che suddivide i lavori in manutenzione ordinaria e straordinaria, annoverando fra i primi quelli che non modificano in maniera sostanziale gli elementi dell’immobile e fra i secondi quelli che andranno ad incidere notevolmente sull'aspetto della struttura.

Ristrutturazione: le detrazioni

Ed è proprio la dicotomia fra ordinario e straordinario che ci aiuta ad intuire quali sono le agevolazioni fiscali e per quali lavori vengono concesse.

Per avere un'idea più precisa può essere utile consultare la guida pubblicata dall'Agenzia delle Entrate a febbraio del 2018 per saperne di più su Sisma Bonus, agevolazioni IVA, aspetti burocratici.

In linea di massima è possibile chiedere la detrazione laddove si eseguono:

  • interventi di manutenzione straordinaria come ad esempio quelli che prevedono migliorie ai servizi igienici o il rifacimento delle scale;
  • il risanamento e il restauro conservativo di un immobile;
  • la ristrutturazione edilizia che considera le modifiche ad una facciata oppure la messa a punto ex novo di un balcone o di una mansarda.

La detrazione Irpef più nota è quella del 36%, stabilita dall’articolo 16/bis del Testo Unico delle Imposte sui Redditi, ma la legge di Bilancio 2018 consente fino al 31 dicembre di usufruire di un ampliamento del valore al 50% con relativo innalzamento della spesa massima portato da

48mila euro a 96mila euro.

La casa: al centro dei desideri degli italiani

Gli italiani si dimostrano sempre più propensi all'acquisto di una casa da ristrutturare debitamente.

Per chi la possiede già cresce l'attenzione per i lavori di manutenzione, che permettono di mantenerla pulita e solida dal punto di vista strutturale.

Le mura domestiche sono sempre più soggette a cure e ristrutturazioni ma cresce anche il desiderio di assicurarle da danni di varia tipologia ed eventi naturali.

Per questo il mercato assicurativo ha realizzato prodotti specifici come l'assicurazione sulla casa.

Per saperne di più qui puoi controllare cosa copre la polizza casa e come estenderla (scopri anche i costi medi).

Ristrutturazioni: normativa e permessi

Chi esegue lavori di ristrutturazione deve richiedere permessi ed inviare comunicazioni specifiche.

Per procedere con l'avvio della manutenzione straordinaria prima di procedere con i lavori è necessario aver a che fare con CILA (Comunicazione Inizio Lavori Asseverata) e SCIA (Segnalazione Certificata Inizio Attività).

In caso di manutenzione ordinaria siamo di fronte ad attività di edilizia libera.

Per sapere quali interventi si possono realizzare è determinante scorrere il “Glossario Edilizia Libera”. Il documento pubblicato sulle pagine della Gazzetta Ufficiale raccoglie ordinatamente la stragrande maggioranza dei lavori di manutenzione del patrimonio edilizio che è possibile realizzare.

Categoria: Casa Famiglia