Superbollo, tutte le informazioni utili per calcolarlo

Scopri come calcolare il superbollo della tua auto

Superbollo, tutte le informazioni utili per calcolarlo
Data pubblicazione 2017-08-30

Forse non tutti saprete che, oltre al normale bollo auto, tassa sul possesso di un autoveicolo, ne esiste un’altra, il cosiddetto superbollo.

 Il superbollo è una tassa addizionale introdotta per la prima volta nel 1976 per poi essere abolito nel 1997 e successivamente reintrodotto nel 2011 e non è altro che una tassa aggiuntiva che va a gravare sui possessori di autoveicoli di una certa potenza.

 Per appianare la confusione che il superbollo genera costantemente, ora vi spiegheremo come si calcola e chi è tenuto o meno a pagarlo.

Fino al 2011 la soglia di potenza di un’auto oltre la quale il possessore era tenuto a pagare il superbollo era di 225 kW e comportava un aumento del bollo auto di 10 euro.

Da dicembre 2011 invece la soglia è stata abbassata a 185 kW e l’importo economico raddoppiato a 20 euro.

Tuttavia a 5, 10 e 15 anni dalla costruzione del veicolo, il superbollo subisce una riduzione rispettivamente al 60, 30 e 15 %, inoltre una volta che la nostra auto avrà spento le 20 candeline non sarà più necessario pagare il superbollo.

Sono esenti dal pagare la tassa i possessori di veicoli ultraventennali già esenti dal pagamento del bollo auto.

Come si calcola il superbollo

Ma come si calcola il superbollo?

Capire a quanto ammonta il pagamento dovuto è molto semplice, esistono su internet vari tool in grado di eseguire questo calcolo per noi, in primis quello sul sito dell’Agenzia delle Entrate, e sarà necessario inserire solo una manciata di dati utili come: targa del veicolo, regione di residenza, anno di riferimento del superbollo (quello di decorrenza del bollo auto), anno e mese di scadenza del bollo auto, mesi di validità dello stesso e riduzione per vetustà.

Il pagamento va effettuato tramite il modello F24 scaricabile dal sito dell’Agenzia delle Entrate.

Per quanto riguarda invece i possessori di auto ibride, il pagamento del superbollo, in base alla regione di residenza, può anche non essere dovuto.

Al momento in Italia sono ben otto le Regioni che hanno esentato i possessori di auto ibride dal pagamento di bollo e superbollo concedendo spesso, in aggiunta, anche parcheggi gratuiti e accesso alle ZTL in molte città.

Le otto regioni sono Basilicata, Veneto, Umbria, Puglia, Marche, Liguria, Lazio e Campania che, però, applicano in maniera differente queste agevolazioni.

Molte di queste regioni come Veneto, Umbria, Lazio e Campania, esentano il pagamento di bollo e superbollo per 3 anni, mentre Basilicata, Puglia, Liguria e Marche estendono l’esenzione per ben 5 anni.

Vi consigliamo di informarvi sui siti ufficiali delle Regioni per ottenere dettagli più specifici.

Categoria: Veicoli