Carte Revolving Cosa Sono e Cosa Sapere

Carte revolving, le più convenienti messe a confronto

Carte Revolving Cosa Sono e Cosa Sapere
Data pubblicazione 2017-09-22

Le carte revolving sono delle tipologie di carte di credito. Nello specifico per carte revolving si intendono le tipiche carte ricaricabili, che hanno le stesse funzioni di una carta di credito a saldo senza però addebitare tutte le spese in un'unica soluzione a fine mese.

Con le carte revolving, infatti, è possibile effettuare degli acquisti indipendentemente dai fondi disponibili sul proprio conto.

Sapere cosa sono le carte revolving è importante, soprattutto in un mondo in cui il contante non ha più la stessa valenza dei pagamenti virtuali, che invece sono quelli maggiormente scelti dagli utenti.

Che vogliate o meno fare ricorso per la vostra attività ad una carta revolving, sia questa con o senza garanzie, non dimenticate mai di stipulare una polizza assicurativa sul lavoro, come procedura precauzionale.

Carta revolving, tutte le operazioni disponibili

Si può fare uso delle carte revolving per qualsiasi tipo di acquisto sia che esso avvenga presso negozi fisici, sia che si tratti di shopping online.

È possibile effettuare infatti prelievi e qualsiasi tipo di transazione con carta revolving online. La cosa importante è che non si raggiunga l'importo massimo messo a disposizione dal creditore.

Ogni rata prelevata per le diverse operazioni deve essere rimborsata entro scadenze predefinite. Con il rimborso del credito vengono anche automaticamente rimborsati gli interessi, che vengono calcolati sulla base degli acquisti.

Le Carte revolving, i costi e le spese annuali

Per le carte revolving sono inclusi diversi costi a cui il possessore deve fare fronte, come il tasso di interesse che cambia in base al contratto che viene stipulato con l'emittente.

Tra le altre spese si annoverano anche le spese per l'estratto conto, l'imposta di bollo, le spese di incasso delle rate, le commissioni sui prelievi, la copertura assicurativa, le spese per una carta aggiuntiva (su richiesta per un parente del titolare) e le spese per la quota associativa annuale (prevista solo per alcuni tipi speciali di carte revolving).

Le Carte revolving a confronto, quale conviene di più

Facendo un confronto tra le varie carte revolving è possibile delineare tre tipi di carte tra le più convenienti.

  • Flexia di Unicrediti è una carta revolving piuttosto conveniente, in quanto garantisce al titolare una totale flessibilità sui pagamenti e ha un plafond massimo di 5 mila euro, che permette ai possessori di spenderli senza pensieri con un costo di 35 euro all'anno, che è quello più basso presente sul mercato.
  • Non è da meno Libra, la carta revolving di Ubi Banca, un prodotto pratico da usare e con una massima libertà di rimborso. Anche in questo caso il plafond è di 5 mila euro mentre il costo annuale della carta è di 45 euro.
  • La Valea di Carige, può essere annoverata tra le carte revolving più convenienti perché ha un canone azzerato e per questo garantisce il massimo risparmio.

Fatte le dovute comparazioni, valutate quindi adesso quale potrebbe essere la migliore carta revolving per le vostre esigenze.

Categoria: Tempo Libero