Assicurazione Auto e 15 Giorni di Tolleranza

Scadenza assicurazione auto entro i 15 giorni: come evitare la multa

Assicurazione Auto e 15 Giorni di Tolleranza
Data pubblicazione 2018-06-29

Per l’assicurazione auto ci sono 15 giorni di efficacia dopo la scadenza, poi scatta la multa.

Nel caso d'un ritardo nel riassicurarsi la polizza auto infatti gode ancora di alcuni giorni di validità ma attenzione perché i 15 giorni si riferiscono ad un polizza che ha durata annuale. Ecco come funziona.

Tutti ormai sanno che per circolare un veicolo a motore, deve avere una regolare copertura assicurativa.

Il vincolo di legge prevede regole ferree che tra l'altro incidono pesantemente sul bilancio familiare perché questa tipologia di copertura è piuttosto elevata, e considera anche tutta una serie di disparità a partire dal territorio di residenza dell'assicurato.

Il costo assicurazione auto varia infatti in base a tutta una serie di dettagli quali l'età dell'assicurato, la città di residenza, la tipologia di vettura, il massimale, la franchigia, le garanzie e tanto altro ancora.

Si può scegliere però di risparmiare utilizzando uno strumento di ultima generazione qual è il comparatore on line.

La scadenza dell'assicurazione auto: 15 giorni di efficacia e poi la multa

Sono uguali per tutti gli assicurati le regole che considerano le scadenze, la validità massima garantita prima di procedere con il rinnovo e le sanzioni previste.

Oggi è importante ricordare che non vale più il principio del tacito rinnovo, quindi dovrà essere per forza di cose l'assicurato a dare mandato alla compagnia per il rinnovo, oppure scegliere di sottoscrivere una nuova polizza presso un altro soggetto.

Di norma la compagnia assicuratrice 30 giorni prima della scadenza di una polizza auto invia all'assicurato un avviso, nel quale sottolinea l'approssimarsi della data.

Una lettera alla quale allega un preventivo di rinnovo, nel caso in cui l'assicurato sia ancora interessato a fruire dei servizi della compagnia.

Nel caso d'un ritardo nel riassicurarsi la polizza assicurativa gode ancora di efficacia per i 15 giorni successivi alla scadenza.

A stabilirlo è il  secondo comma dell'articolo 1901 del Codice Civile, che stabilisce le norme e regola la scadenza assicurazione auto a 15 giorni, con multa confermata se si va oltre il limite.

Polizza auto e scadenza: come evitare la multa

Il termine dei 15 giorni tassativi dopo la scadenza dell’assicurazione auto si riferisce sostanzialmente ad un polizza che ha una durata annuale.

Non esiste questo margine di tempo nel caso l'assicurato abbia sottoscritto un contratto semestrale o ancor meno una polizza temporanea.

E' importante quindi tener fede alle scadenze, e ai giorni di copertura aggiuntiva, per evitare una sanzione.

Circolare privi di regolare polizza auto: quando scattano le sanzioni

Chi viene scoperto intento a circolare privo dell'assicurazione auto, ed ha già superato i fatidici 15 giorni di tolleranza, non può evitare sanzioni. Inoltre se provoca un incidente non godendo della copertura dovrà pagare di tasca propria i danni procurati a terzi.

Fra le sanzioni troviamo multe, sequestro dell'auto e confisca della vettura.

Si parte da una sanzione amministrativa che va dagli  841 ai 3.287 euro, il cui pagamento può essere ridotto di un quarto se si paga entro i 15 giorni di tolleranza oltre la scadenza, se si dimostra che si intende demolire o dismettere l'auto. Pagando la multa entro 5 giorni si può fruire di un sconto aggiuntivo del 30%.

Oltre alle sanzioni per il proprietario della vettura che non paga nei tempi prestabiliti scatta il sequestro. Si può rientrare in possesso dell'auto dimostrando di aver pagato nel frattempo una polizza e le spese di sequestro.

Il caso estremo è la confisca da parte dello Stato, che diventa proprietario della vettura, laddove dopo l'atto del sequestro il proprietario non intende pagare multa e spese relative a trasporto e custodia così come l'assicurazione.

Categoria: Veicoli