Assicurazione Neopatentati: Quello che c’è da Sapere

Cosa devono sapere i neopatentati sull’assicurazione auto

Assicurazione Neopatentati: Quello che c’è da Sapere
Data pubblicazione 2018-09-05

Nella scelta dell'assicurazione da sottoscriversi il neopatentato deve valutare i dettagli e le opportunità offerte dalle compagnie e risparmiare è possibile grazie alla comparazione fra le tante proposte.

Assicurare la propria vettura è un obbligo imposto dalla legge per poter circolare sulle strade pubbliche.

Il contratto di assicurazione Rc auto considera la sottoscrizione di una polizza che copre il proprietario e il conducente dalla responsabilità per i danni causati a terzi oppure a coloro che vengono trasportati sul mezzo.

L'obbligo di legge, è bene ricordarlo, coinvolge anche i neopatentati, che hanno superato da poco l'esame di guida.

Per loro la copertura è forse anche più importante perché hanno ancora una scarsa pratica alla guida e quindi, in teoria, potrebbero essere più soggetti ad incidenti.

Ogni situazione di fatto è un caso a sé, e la poca dimestichezza alla guida non deve essere vista come una discriminante anche se molti la temono perché viene considerata foriera di aumenti ingiustificati del prezzo della polizza.

Tipologie di assicurazione e coperture per i neopatentati

Se a preoccupare è il possibile aumento del premio assicurativo a carico dei neopatentati, a far riflettere devono essere anche altri elementi ovvero la scelta della tipologia di assicurazione e la sottoscrizione della copertura più adeguata, considerando la scarsa pratica nelle operazioni di guida.

Ottenere un prezzo equo per l'assicurazione neopatentati non è così complicato. Spesso l'idea che i neopatentati debbano spendere cifre proibitive per assicurarsi è fuorviante.

In realtà come per ogni altra categoria di guidatori la soluzione adeguata per risparmiare si può trovare.

A rivelarsi utilissimo è il confronto fra le tante proposte messe sul mercato dalle varie compagnie assicuratrici.

Se l'intento è quello di risparmiare sottoscrivendo la polizza adeguata ad un prezzo conveniente

qui puoi confrontare subito preventivi assicurazione auto.

 Il massimo dell'attenzione deve essere messo però nella scelta della tipologia di polizza da sottoscriversi, valutando soprattutto i dettagli e le opportunità offerte dalle compagnie.

Per evitare un aumento del premio per l'assicurazione del neopatentato è importante sapere che molte compagnie assicurative stabiliscono il prezzo del premio in base all'età del soggetto, ma non considerano affatto il periodo nel quale si è conseguita la patente.

Di norma la fascia d'età più conveniente per assicurarsi è quella che va dai 26 ai 28 anni, anche se il soggetto è un neopatentato.

Il decreto Bersani utilissimo per i neopatentati

Le norme inserite nel decreto Bersani possono rivelarsi utilissime per i neopatentati, che possono ricevere in eredità da un appartenente allo stesso nucleo famigliare una classe di merito più conveniente rispetto a quella che gli spetta di diritto per l'ingresso nel mondo assicurativo.

Il decreto Bersani risulta utile se il neopatentato guiderà un'auto di sua proprietà e quindi si appresta a sottoscrivere una polizza a suo nome.

La soluzione perfetta per garantirsi una polizza adeguata resta comunque quella di richiedere più preventivi per valutare un ampio ventaglio di soluzioni, in grado di adattarsi perfettamente alle esigenze del neopatentato.

Neopatentato alla guida dell'auto di famiglia: cosa comunicare all'assicurazione

Nel caso in cui il neopatentato si metta alla guida dell'auto di famiglia è bene comunicare all'assicurazione la sua presenza in veste di utilizzatore per coprire eventuali danni.

Comunicazione da effettuarsi anche nel caso di utilizzo saltuario dell'auto, soprattutto perché nel caso di un uso sporadico i costi della polizza prevedono un aggravio inferiore.

Categoria: Veicoli