Come si può Cambiare Compagnia Assicurativa?

Come cambiare compagnia assicurativa? Ecco tutte le procedure per il miglior risultato

Come si può Cambiare Compagnia Assicurativa?
Data pubblicazione 2018-07-23

Ogni volta che avviene una scadenza della polizza assicurativa, il cliente ha diritto di richiedere il cambio della compagnia assicurativa e quindi anche del rilascio del cosiddetto "attestato di rischio", che ne certifica la posizione nella graduatoria Bonus-Malus.

Se manca questo documento, la nuova compagnia potrà infatti assegnare all'assicurato l’ultima classe di merito, la più penalizzante e quindi la più costosa. 

Cambiare compagnia assicurativa: Cos’è l’attestato di rischio?

L'attestato di rischio è il documento che viene emesso dalla compagnia assicurativa alla fine di ogni ciclo di pagamenti, che contiene il numero dei sinistri degli ultimi cinque anni categorizzati in sinistri pagati, sinistri riservati a cose e a persone.

L’attestato indica infatti anche la posizione dell'assicurato all’interno della graduatoria, che è suddivisa per classi di merito. È indispensabile che quando si voglia assicurare un veicolo e si desidera effettuare il cambio della compagnia assicurativa, venga fornita l’assegnazione della propria classe di merito.

Fortunatamente dall'1 luglio 2015 l'attestato di rischio è stato dematerializzato ed è depositato in formato elettronico all’interno di una banca dati gestita dall'associazione delle imprese assicuratrici. L'attestato di rischio "elettronico" in questo modo può essere aggiornato contemporaneamente dalle compagnie ed è disponibile per essere scaricato dalle stesse in occasione di un cambio di assicuratore.

È bene sapere che una copia dell'attestato di rischio "elettronico" può essere visualizzato ed emesso da ciascun contraente per consultazione, e si trova nella propria area riservata nel sito internet della compagnia.

Come effettuare la disdetta

A seguito dell’abolizione del tacito rinnovo, tutte le polizze scadono al termine sottoscritto ed è di competenza dell’assicurato rinnovarle ogni volta. Questa agevolazione costituisce un vantaggio per il cambio della compagnia assicurativa per l’ottenimento dell’offerta migliore.

Ovviamente è anche facoltà dell’assicurazione quella di disdire il contratto basandosi sui termini inseriti nelle clausole.

Come effettuare il cambio della compagnia assicurativa?

Se si parla di polizze auto, è possibile sia cambiare la compagnia assicurativa sulla nuova vettura, che cederla all'eventuale acquirente della vecchia vettura, ma anche effettuare la disdetta del contratto. Nel primo caso, l'intestatario di entrambe le auto, vecchia e nuova, deve essere lo stesso.

È necessario restituire i documenti della polizza, tra cui il certificato, il contrassegno e la carta verde. In contemporanea si deve chiedere che il contratto venga reso valido per la nuova auto, presentando la carta di circolazione.

Se invece si decide di cedere la polizza al nuovo acquirente, è necessaria la restituzione del certificato, del contrassegno e della Carta verde all'assicurazione, per il rilascio dei nuovi documenti di contratto al nuovo intestatario del veicolo.

Invece nel caso in cui si preferisca sciogliere definitivamente il contratto con la compagnia assicurativa, è necessario comunicare la disdetta alla propria compagnia e consegnare il contrassegno, il certificato e la Carta verde, accanto ad un documento che attesti la perdita di possesso dell’oggetto assicurato.

Per stipulare una polizza assicurativa è possibile recarsi direttamente in sede ed interloquire con un operatore che sicuramente sarà in grado di fornire le informazioni necessarie e di proporre le composizioni e i servizi migliori; altrimenti è consigliabile effettuare una ricerca attenta sul web, per ottenere l’offerta al miglior prezzo.

Categoria: Veicoli