Le Caratteristiche di una Casa Antisismica

Tutte le regole da rispettare per costruire una casa a prova di terremoto

Le Caratteristiche di una Casa Antisismica
Data pubblicazione 2017-10-26

Perché costruire una casa antisismica? L’Italia è un paese a significativo rischio sismico, e la storia dei più o meno recenti terremoti che hanno colpito molte delle regioni italiane, rende necessario costruire le nuove abitazioni seguendo criteri antisismici.

L’Italia e le aree dove è consigliabile costruire case antisismiche

Non tutti sanno che nel 2008 è stata realizzata una mappa del rischio sismico e la zonizzazione, consultabile sul sito della Protezione Civile nazionale, e tutto il territorio italiano è stato suddiviso in 4 aree::

  • Zona 1: sono classificate in zona 1 tutte le aree a maggiore rischio sismico, dove cioè è più alta la possibilità che avvengano terremoti di forte intensità con pericolo per le persone e per le abitazioni.
  • Zona 2: l’area include le aree nelle quali è probabile che possano verificarsi terremoti di forte intensità.
  • Zona 3: in questa categoria sono rubricate le aree nelle quali è possibile il verificarsi di terremoto, ma è rara la probabilità di eventi sismici forti.
  • Zona 4: di fatto si tratta di aree a basso rischio, sulle quali sono i singoli Comuni a disporre eventuali prescrizioni sulle caratteristiche dei nuovi edifici.

Soprattutto nelle aree classificate in Zona 1 e Zona 2, è necessario adottare tutte le cautele per la edificazione di case antisismiche, in legno, prefabbricate o realizzate con tecniche tradizionali.

La Casa Antisismica: le norme da seguire per costruire case a prova di terremoto

Dal 2008 le Norme Tecniche per le Costruzioni, di cui al DM 14/01/2008 disciplinano la progettazione e costruzione delle case antisismiche.

La progettazione effettuata da un tecnico abilitato, prende avvio dalla consultazione della mappa del rischio sismico, per individuare a quale delle quattro zone appartiene il terreno  interessato dalla nuova costruzione.
Sulla base della zonizzazione, sarà possibile verificare quali sono le prescrizioni richieste per costruire su quella specifica zona.

Caratteristiche e tecniche costruttive di una casa antisismica

Per essere considerate antisismiche, le abitazioni di nuova costruzione devono possedere specifici requisiti, consistenti nella resistenza alle scosse telluriche, dunque non soggette a crolli e danni gravi, totali o parziali.
La progettazione deve curare l’aspetto del degrado nel corso della vita della casa, affinché non vengano pregiudicate nel tempo le caratteristiche di resistenza e stabilità.
Tali condizioni si otterranno individuando materiali e tecniche costruttive specifiche.

Le case in legno antisismiche

Le case prefabbricate in legno sono sempre più diffuse nei territori dove è bene costruire abitazioni antisismiche.
Questa tipologia di prefabbricati si sta diffondendo nelle aree più a rischio, proprio per la qualità delle prestazioni meccaniche e di resistenza alle sollecitazioni dei terremoti.
Le fibre di legno sono infatti elastiche e reagiscono positivamente alle vibrazioni del terremoto, in quanto dotate di una struttura elastica. 

Anche la casa prefabbricata in legno con caratteristiche antisismiche deve rispondere a specifici requisiti di progettazione e costruzione della struttura portante, affinché sia garantita la stabilità in ogni condizione.

A tal fine, viene curata la presenza di un ottimale controventamento che sopporti tutti i carichi laterali provocati durante il sisma.
Nelle case in legno antisismiche le pareti interne sono tutte autoportanti, affinché la struttura possa resistere alle sollecitazioni del terremoto.
In genere sono presenti aperture o vetrate non enormi, per evitare la costruzioni di pilastri ed aumentare la resistenza dell'edificio.
Si cura infine il corretto dimensionamento della platea di fondazione per meglio distribuire le sollecitazioni del sisma, aumentando di conseguenza gli ancoraggi dell'abitazione alle fondazioni.

Anche le pareti di una casa antisismica in legno devono essere realizzate seguendo due possibilità, entrambe efficienti.
Si tratta delle pareti a telaio, che consentono una adeguata coibentazione con fibra di legno, vetro o lana di roccia, raggiungendo ottimi parametri di isolamento termico.
Molto diffuse anche le pareti piene, fortemente resistenti alle sollecitazioni meccaniche perchè più massicce e pesanti, dunque adatte alle nuove case antisismiche realizzate in zone a forte rischio.
La parete esterna viene in genere foderata con rivestimento “a cappotto” per ridurre la dispersione termica e l’isolamento acustico, aumentando il comfort e l’impatto ambientale.

La manutenzione delle case in legno antisismiche

Come le case realizzate in muratura, anche le abitazioni in legno antisismiche richiedono una manutenzione: saranno verificate le condizioni del rivestimento esterno, quelle dei serramenti, ma soprattutto sarà verificata la solidità e l’isolamento di tetti e coperture.
Molto importante in una casa in legno è la verifica della canna fumaria e dei sistemi di riscaldamento, oltre agli impianti elettrici.

Proteggere l’abitazione dai danni provocati dal terremoto

Da tempo in Italia sono offerte anche coperture assicurative per il risarcimento del danno alle abitazioni lesionate da eventi sismici.
Tali assicurazioni per il terremoto  offrono un sostegno economico immediato per le spese di prima necessità e quelle conseguenti a demolizioni e rimozioni di materiali, risarcendo anche i costi di un alloggio sicuro. le polizze per i rischi sismici coprono le spese di riparazione o ricostruzione della casa e consentono di beneficiare di un risarcimento per gravi infortuni.

Categoria: Casa Famiglia