Cosa si intende e quando si usa la constatazione amichevole?

La prudenza al volante non è mai troppa è sempre possibile incappare in un sinistro. Ecco quello che devi sapere sulla contestazione amichevole.

Cosa si intende e quando si usa la constatazione amichevole?
Data pubblicazione 2017-07-21

La prudenza al volante non è mai troppa e nonostante le migliori intenzioni è sempre possibile incappare in un piccoli sinistro dove il responsabile è pronto ad assumersi le proprie responsabilità, senza bisogno dell’intervento dei vigili o dei carabinieri e avvocati al seguito. Molte volte infatti i piccoli sinistri, come una tamponata in retromarcia, o un piccolo urto cagionato in buona fede possono risolversi attraverso un atteggiamento responsabile e corretto che può portare le parti a compilare la constatazione amichevole. Tale modulo altro non è che quello che quotidianamente e atecnicamente gli automobilisti chiamano il CID o modulo blu.

COS’È LA CONSTATAZIONE AMICHEVOLE

Quasi tutti la conosciamo con il nome di CID, ma in ambito assicurativo essa è chiamata constatazione amichevole: si tratta del modulo che viene fornito dalla compagnia assicurativa con la quale si è sottoscritto la polizza di responsabilità civile auto la quale può essere utilizzata come modulo per denunciare l’avvenimento di un sinistro. Tale modulo, rigorosamente prestampata e da compilare con una serie di dati, vale a tutti gli effetti come una richiesta di risarcimento da parte del soggetto vittima del sinistro che è stato denunciato con il modulo. Il nome del modulo suggerisce proprio che con la constatazione amichevole le parti accertano, con la propria volontà, le colpe che hanno determinato il sinistro, indipendentemente se poi questo viene controfirmato da entrambi le parti in causa, Nel modulo blu prestampato vanno inseriti una serie di dati riguardanti il sinistro e i conducenti come:

  • Luogo e data del sinistro;
  • Dati anagrafici dei conducenti;
  • Dati anagrafici dei contraenti la polizza;
  • Dati della compagnia assicuratrici fornitrice della RCA;
  • Descrizione del sinistro;
  • Indicazione di eventuali testimoni;
  • Indicazioni di intervento (se avvenuto) di pubblica autorità.

La constatazione amichevole è costituita da 4 fogli, di carta carbone, due per ogni conducente del veicolo coinvolto nel sinistro.

PERCHÉ UTILIZZARE LA CONSTATAZIONE AMICHEVOLE

Utilizzare la constatazione amichevole è il modo più facile e veloce per ottenere in maniera diretta il risarcimento per un danno subito dal veicolo a causa di un sinistro. Soprattutto se lo stesso colpevole del sinistro è pronto ad assumersi le sue responsabilità. Sarà poi la compagnia assicuratrice a prevedere il risarcimento di quanto dovuto, e di contro ad aumentare il premio assicurativo al soggetto. In questo modo si evita di attendere mesi e mesi per un piccolo rimborso dei danni.

Categoria: Veicoli