COS’È UN CONTRATTO DI ASSICURAZIONE?

Il contratto di assicurazione viene stipulato tra un soggetto, detto contraente della polizza, e al compagnia assicurativa che si impegna a tutelare il soggetto rispetto ad un determinato rischio.

COS’È UN CONTRATTO DI ASSICURAZIONE?
Data pubblicazione 2017-07-24

Il contratto, in generale, viene definito dall’articolo 1321 del codice civile come l’accordo tra due o più parti per costituire, regolare o estinguere un rapporto giuridico patrimoniale tra loro. Da questa nozione generale di contratto si deve partire, e non si può prescindere, per poter definire il contratto di assicurazione. Si tratta ovviamente di un contratto particolare, stipulato tra soggetti ben specifici la cui ratio è quella di offrire, dietro pagamento di un premio periodico, la tutela contro il verificarsi di un certo rischio, definito appunto rischio assicurativo. I contratti assicurativi sono diversi, e sono raggruppati secondo i rami assicurativi.

IL CONTRATTO ASSICURATIVO

Se è vero che il contratto in generale è stipulato tra due o più parti, il contratto di assicurazione viene stipulato tra un soggetto, detto contraente della polizza, e al compagnia assicurativa che si impegna a tutelare il soggetto rispetto ad un determinato rischio, stabilito in polizza, intervenendo con un risarcimento o un’indennità nel caso in cui la situazione dedotta nel contratto dovesse effettivamente verificarsi. L’art 1882 del codice civile, in particolar modo, definisce il contratto di assicurazione come : “il contratto col quale l'assicuratore, verso il pagamento di un premio, si obbliga a rivalere l'assicurato, entro i limiti convenuti, del danno ad esso prodotto da un sinistro, ovvero a pagare un capitale o una rendita al verificarsi di un evento attinente alla vita umana”. Analizzando quindi la definizione di contratto di assicurazione che fornisce il codice civile, si desume che gli elementi che caratterizzano il contratto assicurativo sono 3, ossia:

  • Il premio assicurativo, cioè la somma di denaro che il soggetto che contrae l’assicurazione deve versare alla compagnia assicurativa per vedersi tutelato il rischio previsto in polizza;
  • Il sinistro, ovvero il fatto dannoso che è oggetto del rischio assicurativo;
  • L’obbligo della compagnia assicurativa di rilevare il danno, nel caso in cui si verifichi o versare un capitale o la rendita, a seconda della tipologia di polizza.

PERCHÉ SOTTOSCRIVERE UN CONTRATTO DI ASSICURAZIONE

I contratti di assicurazione sono categorizzati in rami assicurativi, al di sotto dei quali operano altre sub-categorie cosi da offrire al pubblico una vastità di polizze in gradi di tutelare dai rischi più disparati: dalla più classica RCA alle assicurazioni sulla vita; dalle polizze infortunio alle assicurazioni per i viaggi, basterà chiedere alla propria compagnia assicurativa o confrontare i prezzi online per ottenere la più completa e competitiva polizza su misura per le proprie esigenze.

Categoria: Assicurazioni