L’Incidente Domestico e le Condanne per la Casa di Cura e il Medico

Incidente domestico e responsabilità medica: come ottenere il risarcimento

L’Incidente Domestico e le Condanne per la Casa di Cura e il Medico
Data pubblicazione 2017-11-30

Gli incidenti domestici sono purtroppo molto diffusi e non sempre è possibile prevederli. Attrezzare la propria abitazione in modo opportuno, revisionare periodicamente gli impianti e seguire gli accorgimenti di sicurezza può ridurre significativamente il rischio, ma è pur vero che l’imprevisto è sempre dietro l’angolo.

Cosa succede se, a seguito di incidente domestico, non si riceve un’assistenza adeguata da parte della struttura sanitaria?

In caso di lesioni non debitamente trattate o dovute a errore medico, è possibile richiedere un risarcimento commisurato all’entità del danno.

Come ottenere un risarcimento per incidente domestico

La responsabilità può interessare anche la casa di cura e l’impresa assicuratrice, oltre al medico intervenuto per curare l’infortunio.

La struttura sanitaria, infatti, è tenuta a organizzare in maniera ottimale i servizi rivolti all’utenza e a selezionare il personale medico in modo adeguato.

Di conseguenza, la struttura è chiamata a rispondere in prima persona di prestazioni sanitarie carenti o che possano comportare un danno alla salute del paziente.

La richiesta di risarcimento deve essere sottoposta in primo luogo alla struttura pubblica o privata in questione, anche qualora il sanitario sia stato scelto dal paziente e in caso di prestazioni svolte in regime di libera professione intramuraria.

Cosa fare se le condizioni del paziente, ricoverato a seguito di infortunio, subiscono un peggioramento e vi è il sospetto che sussista un errore medico?

 Per contestare l’operato della casa di cura bisognerà raccogliere la documentazione medica e richiedere copia della cartella clinica.

La documentazione andrà quindi sottoposta al medico legale che procederà a stilare un’apposita perizia, in presenza della quale potrà essere avanzata la richiesta di risarcimento.

Quest’ultima potrà essere rivolta direttamente alla compagnia assicurativa della struttura.

Il danno può derivare da una diagnosi sbagliata o ritardata, tale da pregiudicare le condizioni di salute del paziente, da interventi chirurgici male eseguiti o da cure post operatorie non adeguate.

La casistica comprende anche l’omessa effettuazione di esami e accertamenti clinici volti a definire lo stato di salute del paziente, la natura e l’entità della lesione e gli interventi necessari.

Subire un infortunio in casa d’altri: il risarcimento danni da incidente domestico

Se l’incidente domestico interessa un ospite dell’abitazione, la responsabilità dell’infortunio può essere addossata al padrone di casa.

 A meno di comportamenti imprudenti da parte dell’ospite e altre particolari circostanze, come l’ingresso in casa senza il consenso dei proprietari, chi subisce il danno può quindi richiedere un risarcimento. 

Avere a disposizione un’assicurazione casa multirischio consente di affrontare questa ed altre eventualità, quali esplosioni, infiltrazioni e altri danni, con maggiore serenità, potendo beneficiare di una copertura per sostenere le spese impreviste.

Categoria: Casa Famiglia