Come Funziona l’Intestazione dell’Autovettura al De Cuius

Come funziona il passaggio di proprietà dell’autovettura intestata al de Cuius

Come Funziona l’Intestazione dell’Autovettura al De Cuius
Data pubblicazione 2018-09-25

Chi possiede una vettura sa perfettamente che si tratta di un bene mobile regolarmente registrato.

Una condizione da considerarsi attentamente in casi specifici quali quello della successione ereditaria, laddove la vettura è intestata ad una persona defunta.

Nel caso in cui l'autovettura sia intestata al de Cuius il bene deve per forza di cose essere inserito nei beni oggetto della successione.

Si tratta infatti di un bene mobile il cui possesso è registrato nel PRA, il Pubblico Registro Automobilistico, e come tale non può essere trasferito all'erede o agli eredi, solo attraverso la semplice consegna.

Il passaggio di proprietà della vettura avviene per successione e si rende necessaria la trascrizione del passaggio direttamente sulle pagine del PRA.

A stabilire i dettagli del trasferimento è l'articolo 94 del Codice della Strada, che prende in esame il passaggio di proprietà dei veicoli, fra cui auto, motoveicoli e rimorchi.

L'iter prevede che debba essere inoltrata una richiesta al Pubblico Registro Automobilistico solo così si potrà ottenere la trascrizione del trasferimento e il conseguente rilascio del certificato di proprietà aggiornato.

Che cosa deve fare l'erede della vettura

Una volta accettata l'eredità attraverso un atto pubblico o una scrittura privata, accertata con autentica o a livello giudiziale, il nuovo possessore dell'auto deve entro 60 giorni registrare l'atto di accettazione presso il PRA.

Solo così il Pubblico Registro Automobilistico potrà rilasciare un nuovo certificato, dove risulterà il nome del proprietario-erede, e procedere con l'aggiornamento della carta di circolazione.

L'accettazione tacita dell'eredità non è sufficiente per aggiornare i dati presso il Pubblico Registro.

La mancanza dell'atto dal quale risulta evidente il trasferimento di proprietà dal de Cuius agli eredi impedisce formalmente la procedura. 

Quali documenti deve presentare l'erede all'ACI, l'Automobile Club Italia?

Per regolarizzare la sua posizione l'erede deve presentare tutta una serie di documenti all'ACI, l'Automobile Club Italia.

Si tratta:

  • del certificato di proprietà dell’autovettura;
  • della carta di circolazione;
  • della fotocopia della carta d'identità dell'erede che ha accettato la proprietà del bene mobile;
  • del documento che attesti l’accettazione dell’eredità, e se è stato stilato il testamento da presentarsi in copia o estratto;
  • della dichiarazione sostitutiva di atto notorio, ai sensi del D.P.R. 445/2000 grazie alla quale risulta evidente il ruolo di erede;
  • del documento presentato al PRA;
  • dei documenti di competenza del PRA;
  • dei versamenti effettuati attraverso bollettini postali;
  • della fotocopia della carta d'identità dell'erede che ha accettato la proprietà del bene mobile.

Nel momento in cui l'erede accetta la proprietà del bene mobile deve necessariamente aggiornare i dati nei registri pubblici, pena l'applicazione di una sanzione amministrativa come stabilisce il Codice della Strada.

La polizza auto fra gli obblighi di circolazione per il proprietario della vettura

Chi entra in possesso della vettura è obbligato a sottoscrivere una specifica polizza Rc Auto.

L'acquisto di una polizza auto prevede un costo, ma grazie ai tanti prodotti presenti sul mercato è possibile sottoscrivere la polizza adeguata scegliendo di risparmiare.

Per accaparrarsi una polizza auto conveniente l'ipotesi di  mettere più tipologie di assicurazione auto online a confronto può rivelarsi l'idea vincente per garantirsi una polizza personalizzata al miglior prezzo.

Ad agevolare le operazioni di confronto delle polizze interviene l'utilizzo dei comparatori online.

Categoria: Veicoli