L’immigrato che non Esibisce i Documenti Commette un Reato?

Ecco perché non commette reato il clandestino che non mostra i documenti

L’immigrato che non Esibisce i Documenti Commette un Reato?
Data pubblicazione 2017-12-01

Documenti immigrati: è obbligatorio esibire i documenti alla polizia o ai carabinieri per i cittadini comunitari e cosa rischia l’immigrato che non li presenta? Vediamo insieme cosa dice la normativa in proposito e quali sono le casistiche possibili.

C’è l’obbligo di esibire i documenti per gli immigrati?

Esibire la patente è d’obbligo per chi guida un mezzo a motore. Lo stesso non vale per il documento di identità: al cittadino che ne è sprovvisto, infatti, non può essere automaticamente contestato alcun reato. Sussiste, tuttavia, l’obbligo di fornire a voce le proprie generalità ai carabinieri o alla polizia durante il controllo.

Secondo il codice penale è obbligatorio fornire indicazioni sulla propria identità personale ma non necessariamente di documentarla e di comunicare gli estremi dei documenti.

Chi fornisce le proprie generalità, dunque, non incorre automaticamente in una contravvenzione nel caso si rifiuti di consegnare i documenti. Infatti, al momento del controllo può esserne legittimamente sprovvisto.

Lo stesso discorso vale per i documenti degli immigrati che al pari di ogni comune cittadino, tuttavia, sono tenuto ad agevolare la procedura di identificazione e possono essere accompagnati a un posto di polizia.

I cittadini non europei che fanno domanda di visto o permesso di soggiorno devono, inoltre, risultare in possesso di un’assicurazione sanitaria straniera. La polizza sanitaria stranieri garantisce il rimborso delle spese mediche e sanitarie e deve avere durata non inferiore a quella del visto.

A seconda delle coperture attivate l’assicurazione può comprendere anche il rientro sanitario e il viaggio di un familiare in caso di ricovero.

Cosa comporta il rifiuto di esibire i documenti per la regolarizzazione degli immigrati?

Se scatta la richiesta di identificazione, l’immigrato ha l’obbligo di fornire agli ufficiali e agli agenti di pubblica sicurezza il proprio documento d’identità, il permesso di soggiorno o altro documento che attesti la sua regolare presenza in Italia.

Ma gli immigrati senza documenti non possono incorrere nelle sanzioni penali a meno che non disponga di un giustificato motivo.

 Il reato di inottemperanza all’ordine di esibizione del documento di identificazione, permesso di soggiorno o altra attestazione equivalente infatti interessa gli immigrati che soggiornano regolarmente in Italia.

Nel caso degli stranieri irregolari, l’esibizione dei documenti immigrazione Italia è inesigibile perché incompatibile con la condizione stessa di clandestino. 

Diverso il caso dell’immigrato sospeso con un documento di identità falso. In questo caso, anche se non vi è sospetto di terrorismo può scattare l’arresto oltre alla denuncia a piede libero.

Categoria: Salute