La riforma della Concorrenza è legge: novità per assicurazioni, professioni ed energia

Concorrenza e mercato del gas e dell'energia

La riforma della Concorrenza è legge: novità per assicurazioni, professioni ed energia
Data pubblicazione 2017-07-31

La riforma sulla concorrenza è legge e, tra le altre cose, prevede uno slittamento dello stop al mercato tutelato dell’energia al 1° luglio 2019.
Novità in vista per i professionisti e anche per banche e assicurazioni: ecco tutto quello che bisogna sapere dopo l’approvazione della riforma.

Concorrenza e mercato del gas e dell’energia

Slitta a luglio 2019 la fine del mercato tutelato dell’energia elettrica e del gas.
Sei gli step da qui allo stop dove le compagnie dovranno garantire:

  • rispetto delle tempistiche di switching (passaggio da un fornitore all’altro);
  • rispetto delle tempistiche di fatturazione e conguaglio;
  • operatività del Sistema Informativo Integrato;
  • chiarire attraverso una campagna di comunicazione e di marchi e brand la distinzione tra società di vendita di energia elettrica e società di distribuzione;
  • interventi a tutela delle famiglie in difficoltà economiche.

Per l’attuazione di questi sei step entro sei mesi verrà approvato un decreto ad hoc del Ministero dello Sviluppo Economico.

La fornitura di energia elettrica dei clienti che non avranno operato una scelta allo scadere dei termini, non verrà messa all’asta.

Previste misure a tutela del consumatore come la creazione di un portale informatico per la comparazione delle offerte e la possibilità di rateizzare le maxi bollette.

Le novità per le Poste

Poste Italiane perdono il monopolio sugli atti giudiziari a partire dal prossimo 10 settembre.
I servizi di notifica e comunicazione degli atti giudiziari e le notifiche riguardanti le violazioni del Codice della Strada potranno essere affidati ad altre società.

Concorrenza e istituti bancari

Verrà istituito un sito per la comparazione dei prezzi e dei servizi anche per quanto riguarda gli istituti bancari.
La banca inoltre sarà obbligata ad accettare la polizza presentata dal cliente nel caso di finanziamenti e mutui. Il cliente inoltre potrà recedere il contratto se il finanziatore imporrà una polizza accessoria.

Concorrenza: le novità in materia di Rc Auto

Rc auto e polizze assicurative del ramo danni in scadenza potranno essere rinnovate tacitamente. Le compagnie dovranno fornire obbligatoriamente ai clienti informazioni chiare sulle variazioni del premio sia in percentuale che in valore assoluto nel caso di clausole bonus/malus.

Per i residenti nelle province a più alto tasso di sinistri, le compagnie potranno prevedere sconti per chi installerà la scatola nera e per i virtuosi (chi non causerà incidenti per almeno 4 anni).

Ad un anno dall’entrata in vigore delle nuove disposizioni comunque, l’esecutivo adotterà un decreto per rendere obbligatoria l’installazione della scatola nera sui veicoli.

Con le nuove norme chi denuncia un sinistro è obbligato ad indicare da subito i nomi di tutti i testimoni (lo stesso vincolo non ci sarà per le compagnie).

Concorrenza e libere professioni

Avvocati

Scatta l’obbligo per gli avvocati di comunicare ai propri clienti un preventivo dettagliato sulla prestazione professionale richiesta; dovranno essere indicate per voci di spesa le indicazioni dei costi.

Viene inserita la società tra avvocati e contestualmente eliminato il divieto per l’avvocato di aderire a più di un’associazione.

Si potrà così esercitare la professione forense anche in forma societaria e soggetti terzi potranno partecipare come soci di capitale.

Notai

Ridotto il rapporto notai-popolazione che passa da 1:7000 a 1:5000 (viene quindi teoricamente incrementato il numero dei notai).

La competenza non sarà più in ambito di distretto di corte d’appello ma di ambito regionale.

Eliminato il divieto di pubblicità degli onorari ma ampliate le competenze: per costituire una srl semplificata servirà un notaio e non solo una scrittura privata.

Albergatori

Via libera alla norma cosiddetta pro-albergatori: sul posto potranno essere applicati prezzi e tariffe migliori di quelli offerti anche online.

Farmacie

Le farmacie potranno essere controllate da società di capitale ma ci sarà un tetto del 20% su base regionale. Le farmacie continueranno ad avere la vendita esclusiva dei farmaci di fascia C.

Liberalizzati gli orari di apertura e chiusura.

Eliminato il tetto di quattro licenze per titolare.

Odontoiatri

L’attività di odontoiatria potrà essere esercitata solo dagli abilitati; per le società del settore servirà un direttore sanitario iscritto all’albo e le prestazioni erogate dovranno essere effettuate da tutti soggetti abilitati ed in possesso dei titoli per farlo.

Distributori

Nel caso di impianti di distribuzione di carburante dismessi, per la bonifica dei terreni utilizzati sarà necessario accertare le contaminazione del terreno.

Ingegneri

Le società di ingegneria potranno accettare commesse da privati perché assoggettate a requisiti applicabili ai liberi professionisti.

Per fare questo le società di ingegneria saranno obbligati alla copertura assicurativa, indicare i nomi dei professionisti responsabili del progetto.

Concorrenza e settore comunicazioni

Aumentate le norme a tutela del consumatore nel settore delle comunicazioni.

Le spese per il recesso o per il trasferimento dell’utenza dovranno essere chiare e proporzionali sia al valore del contratto che alle spese reali sostenute dall’azienda.

Le procedure per recedere un contratto dovranno essere semplici ma soprattutto uguali a quelle effettuate per l’attivazione.

Si potrà recedere un contratto anche per via telematica. I contratti non potranno durare più di due anni.

Categoria: Professioni