Andamento Prezzi RC Auto 2019

Novità nel mercato delel assicurazioni auto: nel 2019 da Nord a Sud si registrano riduzioni dei prezzi RCA

Andamento Prezzi RC Auto 2019
Data pubblicazione 2020-01-21

Il costo dell'assicurazione auto, soprattutto in alcune regioni, come la Campania, rappresenta una voce importante sul budget personale e familiare. Proprio per questo gli automobilisti sono alla costante ricerca di un preventivo che possa portare un reale risparmio. Nel tempo le compagnie di assicurazione per far fronte alle esigenze dei clienti hanno proposto pacchetti personalizzati, ad esempio con l'applicazione della scatola nera, black box, con le clausole di guida esclusiva o guida esperta che hanno reso possibile un abbassamento delle polizze per gli automobilisti più virtuosi. Queste clausole d'altronde hanno avuto un ruolo di reale incentivo per gli automobilisti e di conseguenza sono effettivamente calati i sinistri. Ciò ha influito in maniera poderosa sugli andamenti prezzi RCA. Nel 2019, infatti sono stati registrati costanti cali del costo della assicurazione auto, anche nelle regioni con prezzi più alti. Ecco nel dettaglio le novità del 2019.

Come si compone il prezzo RCA

I dati relativi agli andamenti dei prezzi RCA arrivano direttamente dall'IVASS, l'Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni e di conseguenza si tratta di dati veritieri e affidabili. Il premio assicurativo è basato su tre componenti, in particolare la prima è formata dal premio puro con provvigioni e spese. La seconda componente è l'imposta calcolata sull'imponibile e quindi sulla prima voce vista. La terza voce che va a comporre il premio da pagare è il contributo al Servizio Sanitario Nazionale. Le riduzioni dei prezzi sono dovute ad una diminuzione della prima voce che porta a sua volta ad una piccola riduzione anche della seconda quota. Il risultato è un premio più basso da pagare rispetto al 2018.

La riduzione del prezzo RCA del 2019

Dall'osservatorio dell'IVASS emerge che su base annua il risparmio rispetto al 2018 è stato dell'1,5%. Secondo l'IVASS questo calo è dovuto alla sempre maggiore diffusione delle polizze online, queste sono più basse perché i costi di intermediazione sono inferiori e ciò si riversa sulla polizza. Inoltre sempre online sono disponibili i comparatori che consentono in pochi minuti di avere più preventivi. Basta inserire il numero di targa del veicolo da assicurare per scoprire quale compagnia offre il premio minore.

Gli automobilisti e le polizze scontate

A questi dati si aggiunge il fatto che l'89% degli automobilisti ha deciso di stipulare polizze scontate, ad esempio con installazione della scatola nera che registra tutte le operazioni compiute a bordo, come la velocità di guida, tempi di frenata e le condizioni in cui avvengono eventuali sinistri. Gli sconti per coloro che aderiscono a questa tipologia di contratto è di circa il 34% rispetto al premio che pagherebbero senza tali clausole. Anche l'assicurazione chilometrica consente di ottenere un elevato risparmio. Senza tenere in considerazione fasce d'età e tipologie di veicolo, l'IVASS rende noto che il 90% circa delle persone ha un premio annuo inferiore a 628 euro, ma la metà circa degli assicurati ha un premio addirittura inferiore a 362 euro l'anno. Il 10% degli autisti invece ha un premio inferiore a 226 euro l'anno. La media secondo i dati calcolati da IVASS è di 405 euro l'anno.

Polizze più convenienti per le donne e riduzioni dei premi al Sud

Le buone notizie non finiscono qui, infatti gli andamenti dei prezzi RCA sono migliori per le donne. Nel 2019 il 40,4% dei contratti RCA sono intestati a donne, il premio medio per loro è di 398,9 euro, mentre per gli uomini il premio medio è di 408,8 euro e la diminuzione del costo per le donne è dell'1,6%, quindi leggermente più elevata rispetto a quella degli uomini. La diminuzione del costo RCA è più elevata al Sud e di conseguenza le polizze tra le diverse zone d'Italia si stanno livellando. Questo è dovuto anche al fatto che le richieste di applicazione della scatola nera sono più elevate nel Meridione. A Roma i prezzi sono calati del 4% mentre ad Enna, Caltanissetta, Vibo Valentia il premio è diminuito del 4,5%. La provincia in cui il costo è più elevato resta comunque Napoli. Leggendo i dati ci si accorge che la media del premio auto in province come Napoli, Caserta, Pistoia e Prato supera i 500 euro, il record è di Napoli in cui il costo medio di una polizza RCA è 614 euro, il 195% più alto rispetto a quello pagato ad Aosta.

Al Sud più polizze online: il record è di Caserta

Le riduzione dei prezzi al Sud, sebbene come abbiamo visto i premi restino piuttosto alti, è dovuta al fatto che proprio qui si fa maggiore ricorso alle polizze online. Il record è della provincia di Caserta dove il 63% delle polizze è di tipo telematico. C'è, infine, da registrare che vi sono alcune province d'Italia in cui vi è stato un andamento contrario e quindi un aumento del premio, si tratta di Campobasso, Latina, Oristano, Prato, Vibo Valentia. Queste hanno registrato un aumento del 3% dei prezzi, lo stesso è molto probabilmente dovuto alla scarsa diffusione delle polizze online. Il minore ricorso a tale tipologia di assicurazione si registra nelle province del Nord-Est come Belluno, Bolzano, Gorizia, Rovigo e Udine. Qui le polizze online sono circa il 7,5% del totale.

Categoria: Veicoli