Contratto Medici Specializzandi: Cosa Sapere

Come funziona il contratto per medici specializzandi, cosa devono fare e i rischi che corrono

Contratto Medici Specializzandi: Cosa Sapere
Data pubblicazione 2018-10-26

Nel momento stesso in cui il medico specializzando si iscrive alle attività didattiche, che gli permetteranno di completare gli studi, sigla un vero e proprio contratto di formazione professionale.

Il contratto gli permetterà di acquisire le capacità professionali relative al titolo di specializzazione scelto e per questo dovrà frequentare con profitto le attività didattiche formali, impegnarsi nello svolgimento di attività assistenziali che gli permetteranno di acquisire competenze specifiche, come previsto dall'ordinamento didattico emanato dalle singole facoltà.

L'aver firmato il contratto di formazione professionale non consente comunque al futuro professionista di accedere ad un ruolo all'interno del servizio sanitario nazionale, o ad una mansione nell'ambito universitario, oppure ad ottenere uno specifico rapporto di lavoro nell'una o nell'altra realtà se non dopo aver ultimato gli studi.

Il contratto considera la presenza di due parti, da un lato il medico specializzando e dall'altra l'Università, dove di fatto si trova la sede della scuola di specializzazione, e la Regione, che territorialmente ospita la sede delle aziende o delle strutture sanitarie dove lo specializzando presterà l'attività di formazione.

Le cause che portano alla risoluzione anticipata del contratto

Il contratto può anche essere oggetto di interruzione anticipata.

Sono diverse infatti le possibilità che portano alla risoluzione anticipata del contratto, vediamole.

Fra queste troviamo:

  • la rinuncia al corso di studi decisa dal medico specializzando stesso;
  • l'inadempimento o la trasgressione delle regole in materia di incompatibilità;
  • le tante assenze ingiustificate e la mancata partecipazione ai programmi di formazione oppure il superamento del periodo stabilito in caso di malattia;
  • mancato superamento delle prove prestabilite, parte integrante del corso di studi scelto e messo a punto da ogni specifica scuola di specializzazione.

Nel caso in cui lo specializzando dovesse aver a che fare con un'interruzione anticipata è suo diritto percepire la retribuzione maturata sino al momento in cui il contratto decade.

Perché è utile poter disporre di una polizza professionale

Esercitare la professione medica, oppure dover affrontare il corso di specializzazione, restando a stretto contatto con i pazienti, può essere motivo di difficoltà laddove un errore, un comportamento sbagliato, un'imprudenza, possano mettere in pericolo la vita di un malato.

Esercitare quella che spesso viene definita come una vera e propria vocazione è gravoso e complesso, perché anche una piccola distrazione può essere la causa di un danno alla salute, e nei casi estremi di morte.

Anche nel caso in cui il medico o lo specializzando operino con estrema attenzione e coscienza la vita del paziente, e le scelte terapeutiche studiate per lui, possono non essere sufficienti per garantirne la totale sicurezza. Per questo motivo sono diventate obbligatorie coperture assicurative specifiche come le assicurazioni Rc professionali.

Sulla nostra pagina dedicata alla polizza medico puoi leggere cosa copre e quali sono le garanzie e i prodotti, inoltre puoi calcolare il preventivo per l'assicurazione medico più adatta a te in pochi secondi.     

La polizza Rc professionale è in grado di proteggere l'assicurato dalle eventuali richieste di risarcimento avanzate da terzi durante il periodo di validità della polizza.

Fra le coperture merita una particolare menzione il regime “Claims Made”, che offre una garanzia atta a garantire all'assicurato l'attivazione del sinistro nel momento stesso della richiesta.

Categoria: Professioni