Assicurazione condominio, perché presentare più preventivi

Vivere in condominio espone al rischio di dover supportare spese straordinarie, come risarcimenti danni. Avere l'assicurazione condominiale protegge da questi eventi

Assicurazione condominio, perché presentare più preventivi
Data pubblicazione 2019-11-19

Salvaguardare il valore degli immobili è molto importante. Questo principio vale soprattutto nel caso in cui lo stesso abbia una certa importanza, come nel caso di condomini. In questo caso infatti i proprietari oltre ad avere diritti sulle unità immobiliari loro ascritte, sono proprietari pro quota anche delle parti comuni, cioè androni del palazzo, scale, ascensori e struttura del palazzo. Singolarmente possono stipulare polizze di assicurazione per tutelare il valore della loro unità immobiliare, appartamento, ma cosa succede se a subire danni sono le parti comuni? Per far fronte a questo tipo di possibile disagio c'è l'assicurazione condominio, anche conosciuta come Polizza Globale Fabbricato. Di seguito si vedrà come funziona, chi deve stipularla e quali danni sono coperti.

Come salvaguardare il valore dell'investimento

Acquistare casa è un investimento che sempre più italiani si concedono, ma questo vuol dire, nella maggior parte dei casi, impegnarsi a pagare una rata del mutuo per circa 30 anni e comunque dover versare un congruo anticipo al momento dell'acquisto. A fronte di questo importante impegno e sacrificio, tutti vorrebbero avere la certezza di mantenere inalterato nel tempo valore e funzionalità dell'immobile acquistato. Per fare questo nascono le polizze casa, ma cosa succede se l'acquisto è inerente un condominio? In questo caso i danni alle parti comuni possono essere ingenti ed espongono i singoli titolari al rischio di dover pagare pro quota le spese per il ripristino in seguito ad eventuali danni o dover risarcire terzi. Purtroppo sempre più spesso riscuotere queste somme dai vari proprietari è difficile. Un modo per fronte a questi rischi di dover pagare per i lavori e allo stesso tempo al rischio che altri condomini non possano permettersi tali spese, è l'assicurazione condominio.

Coperture della polizza condominiale

La polizza condominiale deve essere stipulata dall'amministratore di condominio e naturalmente versata dai condomini che partecipano ognuno per quote rispondenti ai millesimi della proprietà detenuta. La cadenza può essere di tipo mensile, semestrale, annuale, molto dipende dalla volontà del condominio stesso e quindi dal contratto che viene stipulato. Le coperture possono essere di diverso tipo, come si può notare visitando questa pagina, ma solitamente vi è copertura per rischio incendio, alluvione, atti vandalici, guasti agli impianti, responsabilità civile verso terzi. Questi sono infatti i rischi più frequenti che deve affrontare chi abita in un condominio e che possono esporre a maggiori danni.

Come scegliere una polizza condominiale

Si passa ora a capire come viene scelta una polizza assicurativa. L'assicurazione condominio è caratterizzata dal fatto che deve essere sottoscritta dall'amministratore, ma la deliberazione relativa deve essere assunta dall'assemblea condominiale. Certamente mettere d'accordo molte persone non è facile e quindi proprio gli immobili che hanno un numero elevato di inquilini possono dover affrontare il dissenso. Una soluzione pratica per l'amministratore è proporre un numero importante di preventivi da mettere a confronto. Per fare questo il consiglio è di utilizzare i comparatori online come MioAssicuratore, in questo modo è possibile scegliere tra diversi preventivi ed evitare esborsi notevoli di somme.

Come stipulare l'assicurazione condominio

L'assicurazione condominio non è obbligatoria, ma di sicuro molto conveniente. Proprio per questo quasi tutti ne sono dotati, infatti può coprire i danni a terzi, ad esempio nel caso in cui si stacchi un pezzo di cornicione e lo stesso ferisca un passante o addirittura ne provochi la morte. In tale evenienza infatti il rischio di dover versare risarcimenti di ammontare elevato è davvero alto. D'altronde spesso è difficile anche riuscire a mettere d'accordo i condomini sui lavori da eseguire sulle parti comuni e quindi gli stessi sono frequentemente rimandati.

Il ruolo dell'assemblea condominiale

Come si stipula una polizza condominiale? I casi sono due, infatti se il regolamento condominiale prevede l'obbligatorietà di tale polizza, basta tale documento ad autorizzare l'amministratore di condominio a cercare delle polizze e ottenere una delibera assembleare solo su quale contratto scegliere tra quelli proposti. In caso contrario, cioè se il regolamento non prevede la polizza, è necessaria una delibera dell'assemblea che deve a maggioranza degli intervenuti, che devono comunque rappresentare almeno il 50% del valore dell'immobile, deliberare per la sottoscrizione. La polizza viene quindi stipulata successivamente dall'amministratore ed è costui a dover richiedere il risarcimento nel caso in cui si verifichi l'evento coperto dalla polizza.

Polizze condominiali aggiuntive

Per i vari condomini vi è la possibilità di chiedere all'amministratore una copia del contratto sottoscritto. In questo modo ognuno potrà sincerarsi delle coperture presenti e magari proporre all'assemblea delle ulteriori tutele utili a garantire un risarcimento al verificarsi di ipotesi particolari. Ad esempio nella maggior parte dei casi la copertura minima prevista riguarda, incendio, alluvioni e danni a terzi. Si potrebbe aggiungere una polizza atti vandalici da sottoscrivere prioritariamente se il palazzo è situato in zone sensibili dove si svolgono spesso manifestazioni, ad esempio al centro della città e dove sono presenti uffici pubblici.

Categoria: Casa Famiglia