Guida All’Acquisto del tuo Salvavita: il Casco Moto

Guida alla scelta del casco moto: prezzi modelli e sicurezza

Guida All’Acquisto del tuo Salvavita: il Casco Moto
Data pubblicazione 2018-01-03

La moto è una vera passione, ma bisogna guidarla in sicurezza. Per questo in Italia è da tempo obbligatorio indossare il casco, che permette di condurre le due ruote in sicurezza. Il casco è richiesto per le moto, ma anche per i motorini e le moto da cross, che circolano su percorsi fuori strada.

Come scegliere un casco da moto: le tipologie

Come molti sanno, i caschi sono classificati per modello: il casco jet, il casco integrale e il casco modulare. Ad ognuna di queste tipologie corrisponde una modalità di utilizzo consigliata.

Il casco jet è privo di mentoniera e protegge pertanto la testa e le orecchie, attenuando gli esiti di una collisione. E’ presentato nella forma jet e demi jet, più protettiva, e dotato di visiera e il alcuni casi di  visierino retrattile con funzioni di parasole.

Il casco integrale protegge interamente la testa preservando anche il volto e la mandibola. E’ il casco per moto più sicuro, ma non è proprio comodo da usare.

Il casco modulare è il più versatile. Se dotato di doppia omologazione può essere usato senza mentoniera, trasformandosi in un casco jet, o come una sorta di casco integrale, con la parte anteriore apribile.

Come scegliere un casco da moto: l’utilizzo

La scelta del modello di casco da moto dipende anche dall’esperienza e dai gusti personali.
Tuttavia un primo parametro da verificare è l’utilizzo che si fa del motociclo, sia esso uno scooter da città, un ciclomotore o una moto da strada o da cross.
Altro parametro da considerare in un casco per moto è il peso: un casco pesante sollecita la colonna vertebrale in modo eccessivo e può portare a dolori muscolari per il collo e la schiena.

Per lo scooter e il ciclomotore, mezzi condotti in genere nel traffico cittadino, è molto diffuso, e consigliato, l’utilizzo di un casco jet. In particolare il modello demi jet protegge meglio la nuca e le mandibole rispetto al casco jet.
Può essere dotato di visiera lunga o corta e, nei modelli più sofisticati, è comunque possibile integrare un interfono Bluetooth, per comunicare col passeggero, utile quando si compiono tragitti più lunghi.
Alcuni modelli integrano anche una visiera oscurata, per proteggersi dal sole senza indossare specifici occhiali. Il caldo è nemico della guida della moto con il casco: molti modelli di caschi jet dispongono di prese d’aria che ne  favoriscono la circolazione all’interno del casco.
Il demi jet è il casco preferito dai bambini che vengono trasportati in moto dai genitori, magari quando si recano a scuola.

Il casco per moto particolari

Diverso è il discorso quando si tratta di proteggere il capo quando si guidano moto particolarmente performanti. La velocità incide infatti sulla resistenza di un casco durante un impatto, e sugli esiti di una caduta senza protezione del viso.
Il casco integrale offre la massima protezione per viso e capo, rispetto non solo alle cadute ma anche alle intemperie.
A differenza degli scooter, che dispongono in genere di un parabrezza, le moto da gran turismo o da cross non offrono protezione al pilota.
L’aerodinamicità è un altro elemento importante nel casco integrale. Una sagoma ben disegnata permetterà al casco di offrire minore resistenza all’aria e minore sforzo per i muscoli del collo.
Il casco integrale è personalizzabile e può essere dotato di un comodo interfono, essenziale nei lunghi viaggi per comunicare con il passeggero.

Infine il casco modulare è una scelta per coloro che vogliano la sicurezza di un integrale ma desiderino poter alzare facilmente la mentoniera, per una breve sosta o per poter parlare con qualcuno facilmente, per chiedere informazioni sul percorso.
Si tratta di un modello versatile, che permette di usare il demi jet nei periodi più caldi.
Ad alte velocità, l’aerodinamica del casco modulare è minore rispetto all’integrale, ed è possibile avvertire qualche piccolo rumore generato dall’aria.

I costi dei caschi da moto

Le tre tipologie di caschi che abbiamo commentato, diversi per impiego di materiali e dotazioni, presentano differenze anche riguardo ai prezzi.

I caschi jet o demijet si trovano anche al supermercato a costi inferiori a 50 euro, ma in quel caso bisogna fare attenzione all’omologazione. I caschi di marchi noti raggiungono i 140 euro, mentre i modelli speciali oscillano tra i 250 e i 500 euro. 

Sui caschi integrali, alcuni dei quali utilizzabili su pista, l’oscillazione è ancora maggiore. Il prezzo di modelli di base parte dai 70 euro, ma l’acquisto di un casco di buon livello, prodotto da brand noti,  richiede non meno di 120 euro, e può raggiungere i 1.500 euro.

Un casco modulare di buona marca non si acquista con meno di 150 euro, ma può avvicinarsi ai 1.000 euro per i caschi con caratteristiche tecniche di avanguardia.

La guida di una moto in sicurezza è legata al casco, ma è possibile assicurare la moto per i danni conseguenti ad infortuni al conducente.
Lo si può fare attraverso le assicurazioni online per le moto che confrontano i prezzi di diverse compagnie e permettono notevoli risparmi.

Categoria: Veicoli