Macchie di Muffa in Casa: Chi Deve Pagare e Come Difendersi?

Chi deve pagare i danni da muffa in casa? scopri come difendersi e chi risarcisce il danno

Macchie di Muffa in Casa: Chi Deve Pagare e Come Difendersi?
Data pubblicazione 2019-03-04

La comparsa di macchie di muffa in casa provocate da umidità o l’insorgere di muffa su pareti e soffitti è uno dei problemi più ricorrenti che possono presentarsi.

Molti appartamenti, infatti, per diversi ragioni che variano da possibilità di infiltrazioni a difetti di isolamento termico, possono nel corso del tempo essere soggetti a questo tipo di inconveniente.

Che si tratti di danni per infiltrazioni dall’appartamento sovrastante o di danni per infiltrazioni d’acqua nel condominio è bene saper prendere le dovute precauzioni e sapere come tutelarsi nel miglior modo possibile.

Se ci si trova nella condizione di veder comparire macchie di muffa nel proprio appartamento, la prima cosa da fare per ottenere un risarcimento è capire la causa che ha originato il problema e chi ne risulta direttamente responsabile.

Se le infiltrazioni di acqua dipendono dal deterioramento di alcuni tubi, ad esempio, bisogna in prima battuta verificare se tali tubi sono di proprietà condominiale o appartengono direttamente al proprietario dell’appartamento attiguo o sovrastante.

Se le infiltrazioni e le macchie sono state provocate da un isolamento del terrazzo o delle pareti perimetrali difettoso e non perfetto, si deve controllare se sussiste la garanzia decennale generalmente assicurata dal costruttore.

Nel caso in cui l’appartamento sia in affitto, la legge stabilisce che in presenza di vizi dell’immobile l’inquilino è tenuto in ogni caso a corrispondere il canone di affitto per intero a meno che l’immobile non risulti più abitabile.

Queste in sintesi le varie situazioni in cui ci è possibile venirsi a trovare.

Ora va chiarito chi deve pagare in caso di umidità e muffa nell’appartamento in condominio e quali sono le possibili strategie di tutela da adottare. Leggi la pagina dedicata: Assicurazione Casa: Confronta Online le Migliori Polizze e Risparmia

Macchie di Muffa in Casa: Perché Serve una Polizza Assicurativa

Una polizza assicurativa sulla casa o globale sul condominio, in cui sia attiva la clausola specifica per l’eventuale risarcimento di danni dovuti all’insorgere di muffa e infiltrazioni è lo strumento migliore per assicurarsi sostegno e sicurezza in caso di difficoltà.

L’assicurazione garantisce un risarcimento per i danni da muffa dopo aver provveduto a periziare con cura le cause che sono all’origine del problema e sempre sulla base del principio fondante che il responsabile di ciascuna cosa è chi ne è custode, fatta eccezione per la circostanza in cui sia dimostrato il caso fortuito.

Il condominio è ritenuto direttamente responsabile in tutte quelle circostanze in cui in un appartamento affiorino muffe o difetti derivanti da una cattiva coibentazione.

In questi casi specifici il condominio può rivalersi sull’impresa costruttrice, ritenuta a sua volta responsabile dei difetti di costruzione riscontrabili nell’immobile all’atto della consegna. 

Macchie di Muffa in Condominio: L’Assicurazione Risarcisce il Conduttore

Spesso non è semplice individuare le cause che hanno provocato l’insorgere di infiltrazioni ma è comunque possibile chiedere il risarcimento danni da muffa

se si è assolutamente certi di conoscere la provenienza e risalire al proprietario dell’unità abitativa interessata dalla perdita.

Il codice civile infatti attribuisce al titolare o custode di un bene la responsabilità oggettiva per tutti i danni che dal bene stesso possano derivare a terzi.

L’oggettività della responsabilità del proprietario di un immobile per i danni a terzi rende in molti casi superflua la dimostrazione delle cause del danno.

Se si è incerti riguardo all'attribuzione delle cause effettive all’origine delle infiltrazioni, l’obbligo di risarcire i danni al proprietario dell’appartamento soggetto alle macchie di umidità si considera a carico del condominio o del vicino di casa.

Secondo la Cassazione, infatti, se la causa delle perdite è sconosciuta il proprietario del bene è tenuto comunque a risarcire il danno al soggetto colpito.

Il codice civile stabilisce che fondamenta, tetti e lastrici solari, muri maestri, scale, cortili e pianerottoli si intendono di proprietà del condomino.

Per questo il condominio stesso è ritenuto responsabile per l’eventuale provenienza dell’acqua da una di queste zone.

Se si verificano infiltrazioni d’acqua provenienti da una parte condominiale responsabile è il condominio, tenuto a risarcire il danno provocato dalle infiltrazioni stesse. L’assicurazione garantisce il risarcimento danni per muffa in casa coprendo il condominio nel rimborso al conduttore.

Secondo la sentenza 536 del 4 gennaio 2016 del Tribunale di Napoli in merito al risarcimento danni da infiltrazioni, l’assicurazione è tenuta a sostenere le spese affrontate dal condominio nel risarcimento al conduttore.

Categoria: Casa Famiglia