Il Mercato Immobiliare a 10 Anni dalla Crisi

Focus sul mercato immobiliare a 10 anni dalla crisi

Il Mercato Immobiliare a 10 Anni dalla Crisi
Data pubblicazione 2018-10-26

Non sono rari i casi in cui per valutare l'economia di un paese i professionisti di settore considerino un elemento di spicco come il livello delle compravendite.

Potrebbe sembrare un elemento di secondaria rilevanza rispetto all'andamento delle grandi industrie, ma non è così.

Osservare da vicino il mercato immobiliare fornisce interessanti elementi di valutazione, che vanno ben al di là di un singolo mercato.

Il mercato delle compravendite immobiliari è infatti un singolare strumento di misurazione dell'andamento economico di un Paese.

E lo è ancor di più in una realtà come quella italiana dove l'acquisto di una casa è uno dei principali sogni dei nostri connazionali.

Dalla crisi ad oggi: in quale direzione è andato il mercato immobiliare

Negli ultimi dieci anni, da un'attenta valutazione del mercato immobiliare, emerge che possiamo parlare di un settore in ripresa.

Dopo anni di crisi sostanziale il livello della compravendita degli immobili sembra riprendere fiato.

Non possiamo parlare di livelli operativi che ricalcano i numeri del periodo precedente alla crisi, ma ci si avvicina a grandi falcate.

In base ai dati diffusi dall' Agenzia delle Entrate nel 2008 le compravendite immobiliari potevano contare su un livello che considerava 665mila operazioni in un anno.

Un livello che è sceso e nel 2012 ha toccato la quota minima assestandosi intorno alle 400mila.

Si è cominciata ad intravvedere la luce in fondo al tunnel a partire dalla fine del 2015, inizio 2016, grazie anche alle scelte del governo italiano, che ha cercato di alimentare il settore mettendo a disposizione degli acquirenti di una casa bonus dedicati alla ristrutturazione degli ambienti.

A fare da effetto traino anche le scelte del settore bancario, che ha abbassato i tassi relativi al mutuo casa, rendendo più convenienti le condizioni.

Gli ultimi dati annuali, in attesa di quelli del 2018 che saranno disponibili a fine anno, possiamo valutare quelli del 2017 che considerano un numero di compravendite pari a 540mila.

Sale il numero delle compravendite immobiliari, ma non le quotazioni delle case

A fronte di un aumento del numero delle compravendite immobiliari purtroppo non troviamo una crescita paritetica nelle quotazioni delle case.

Numeri alla mano in questi ultimi 10 anni le quotazioni immobiliari sono scese, con quote di svalutazione elevatissime. Dieci anni che hanno portato ad un calo del valore immobiliare che in taluni casi ha toccato addirittura quota 40%.

Nel 2017 la quotazione sembra risalire anche se i numeri sono ancora bassi, ma si può contare su un + 0,4% rispetto al 2004, annus horribilis per il mercato immobiliare.

Chi si gode la casa le dedica cure e una copertura assicurativa

Sono sempre di più gli italiani che scelgono di assicurare la mura domestiche contro varie eventualità.

Se vuoi sapere cosa copre una polizza casa e calcolarti il tuo preventivo personalizzato, puoi farlo gratuitamente cliccando qui (ti servono soltanto 30 secondi!)

La polizza casa copre quanto è contenuto all'interno dell'abitazione da possibili furti e rapine.

Ma non solo.

Una polizza assicurativa dedicata alle mura domestiche valuta anche garanzie quali incendio e scoppio, e copre i danni che derivano dai due eventi.

Ma la polizza casa può essere anche un'interessante ancora di salvezza nel caso si verifichino danni a terzi, eventi naturali e atmosferici.

La varietà della copertura naturalmente dipende dalle scelte del proprietario, che ha optando per l'inserimento in polizza di un tot numero di garanzie.

Categoria: Casa Famiglia