Albo Nazionale degli Agenti di Assicurazioni

Ecco il significato di Albo Nazionale degli Agenti di Assicurazioni

L’albo nazionale degli agenti di assicurazione fu istituito nel 1979 con la legge n° 48.

Si tratta di un registro nel quale sono contenute le relative iscrizioni degli intermediari finanziari.

L’iscrizione all’albo è infatti condizione sine qua non è possibile esercitare la professioni di agente di assicurazione.

L’albo si compone di due sezioni distinte: una sezione è dedicata all’iscrizione degli agenti di assicurazione che sono in attività, ossia è riservata a coloro i quali svolgono uno o più incarichi agenziali; l’altra sezione è riservata agli agenti che non hanno più un incarico agenziale, escluso coloro che si sono cancellati dall’Albo stesso.

La legge ha inoltre istituito presso il Ministero dell’industria una commissione nazionale, mentre presso ogni camera di Commercio è stata istituita una commissione provinciale con la funzione di controllare e sanzionare nel caso gli iscritti all’Albo.

L’iscrizione all’Albo non è automatica,ma è subordinata al possesso di determinati requisiti quali la cittadinanza, il godimento dei diritti civili, assenza di specifiche condanne penali, oltre che il superamento di una prova di idoneità ( tanto scritta che orale).

La prova scritta può essere bypassata se il candidato è in possesso di un titolo equipollente tra quelli stabiliti per legge (ad esempio l’aver svolto per almeno due anni continuativi l’attività di dirigente alle dipendenze di un’impresa di assicurazione; oppure l’aver svolto attività di assunzione, produzione o trattazione di affari assicurativo alle dipendenze di un’impresa o di un’agenzia di assicurazione per un periodo di tre anni continuativi).

Votato 4,0 / 5 da 117 utenti