Autovelox

Ecco il significato di Autovelox

Il termine Autovelox, contrariamente all’uso che quotidianamente si utilizza, indica il nome di un marchio registrato, quello della SODI SCIENTIFICA con sede a Firenze, produttrice di apparecchi per la misurazione della velocità su strada dei veicoli.

In Italia la commercializzazione di questi apparecchio è cominciata nel 1972, sebbene inizialmente fosse stata pensata e destinata alle forze dell’ordine, con particolare riferimento alla polizia stradale e municipale: lo scopo era permettere alle forze dell’ordine di misurare e rilevare e eventuale contestare il superamento dei limiti di velocità sulla strada da parte degli automobilisti.

A dispetto dei suoi natali tuttavia, il termine autovelox è entrato nel linguaggio comune ad identificare ogni tipologia di apparecchio volto a misurare la velocità e successivamente, per estensione, a questi si sono aggiunti gli apparecchio volti a controllare le infrazioni del codice della strada.

Nonostante l’utilizzo impropri del nome, gli Autovelox non sono tutti uguali, anzi ne esistono di diverse tipologie che possono essere categorizzate in 4 famiglie:

- Autovelox con funzionamento a fotocellule: si tratta della tipologia di apparecchio per la misurazione della velocità più diffuso il quale si compone di due fotocellule laser di cui la prima si occupa di rilevare il momento del passaggio del veicolo e la seconda di bloccare il timer innescato al momento del passaggio sulla prima fotocellula.

Calcolando il tempo impiegato per giungere dalla prima alla seconda cellula, è possibile calcolare la velocità del veicolo e quindi l’eventuale superamento del limite di velocità imposto;
- Autovelox con funzionamento Laser: comunemente chiamati tele laser sono di norma tenuti in mano dall’operatore delle forze dell’ordine e orientato sui veicoli di cui l’operatore voglia verificare la velocità;
- Autovelox con funzionamento radar: sono le apparecchiature meno diffuse le quali si basano su la misurazione della velocità valutando l’eco di un segnale radar, cosi come si usa per i radar aerei;
- Autovelox con funzionamento a ripresa tv: si tratta di un apparecchio che elabora immagini da una telecamere per calcolare la velocità dei veicoli.


La normativa italiana sugli autovelox prevede che il controllo su strada per il rilevamento della velocità debba essere segnalato in modo preventivo e ben visibile, con l’impiego di cartelli o di dispositivi di segnalazione luminosi, e ciò vale tanto per le postazioni di controllo fisse che per quelle mobili.

Sono tuttavia esclusi dall’obbligo di presegnalazione i dispositivi di rilevamento mobili installati a bordo dei veicoli di servizio delle forze dell’ordine.

Votato 4,7 / 5 da 116 utenti